lunedì 19 Aprile 2021

ASTI – CONFLITTO A FUOCO PER LE VIE DELLA CITTÀ, 2 ARRESTI (AGGIORNATO)

ASTI – Sono stati arrestati i due responsabili del conflitto a fuoco avvenuto la notte del 12 maggio scorso in corso Venezia, ad Asti, e nel quale due persone rimasero ferite.

La polizia ha identificato e arrestato gli autori del conflitto a fuoco. Un regolamento di conti tra bande rivali di albanesi che gestiscono il traffico di droga e la prostituzione in città.

Nella sparatoria era rimasto ferito l’avventore di un noto circolo culturale cittadino.

La squadra mobile della questura di Asti, dopo un prolungato servizio di osservazione e di appostamenti, ha individuato i due albanesi nell’appartamento di un loro connazionale, dove nella notte è avvenuto il blitz che ha portato al loro arresto. L’accusa nei loro confronti è di tentato omicidio e illecita detenzione di armi.

 

AGGIORNAMENTO – Sono due esponenti di spicco della malavita albanese, Elvis Jata di 31 anni e Erjol Ceka di 26, gli uomini arrestati dalla polizia di Asti per la sparatoria dello scorso maggio. Fanno parte, secondo quanto appurato nel corso delle indagini dalla squadra mobile astigiana diretta da Loris Petrillo, di una banda ritenuta particolarmente violenta che vuole imporsi nella gestione dello spaccio di droga e della prostituzione cittadina.

 

Questo il motivo della sparatoria dello scorso maggio, per gli inquirenti un regolamento di conti con un altro gruppo di albanesi, nella quale l’avventore di un circolo culturale cittadino è rimasto ferito.

 

“Si tratta di un importante risultato, al quale i nostri investigatori sono giunti grazie alla sinergia tra squadra mobile, scientifica e volanti”, sottolinea il questore di Asti, Filippo Di Francesco.

 

Nel corso delle indagini, ancora in corso, sono stati identificati altri due uomini. Anche loro potrebbero essere stati coinvolti nel regolamento di conti.

 

sull’ex statale 460

Leggi anche...

spot_img