sabato 10 Aprile 2021

NARDODIPACE – TRUFFA AGGRAVATA,ARRESTATO SINDACO COMUNE PIÙ POVERO ITALIA

NARDODIPACE – TRUFFA AGGRAVATA, ARRESTATO SINDACO COMUNE PIÙ POVERO ITALIA. 4 AI DOMICILIARI, ACCUSE PER APPROPRIAZIONE FONDI PUBBLICI

I carabinieri hanno arrestato e posto ai domiciliari, con l’accusa di truffa aggravata, il sindaco di Nardodipace, Romano Loielo, 43 anni. Nardodipace, nelle Serre vibonesi, è noto per essere il “comune più povero d’Italia”, con il reddito pro capite più basso del Paese. Nell’operazione, quattro ordinanze ai domiciliari e 12 obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria. La presunta truffa ammonta a 100mila euro e sarebbe stata commessa ai danni dell’Unione europea, dello Stato e della Regione Calabria. Gli indagati si sarebbero appropriati di fondi finalizzati all’organizzazione di corsi di formazione per la creazione di posti di lavoro.

Leggi anche...

spot_img