venerdì 16 Aprile 2021

BRANDIZZO – Alternativa Civica: sopralluogo alle scuole

BRANDIZZO – Lunedì 19 gennaio i Consiglieri Comunali di Alternativa Civica, Giuseppe Deluca e Aldo La Rosa, in qualità di pubblici ufficiali, hanno effettuato dei sopralluoghi in tutte le scuole brandizzesi di ogni ordine e grado dell’Istituto Comprensivo Gianni Rodari di Brandizzo, al fine di verificare le strutture scolastiche, le attrezzature e le aree esterne.

L’iniziativa è partita a seguito di segnalazioni pervenute da alcune famiglie brandizzesi.

L’obiettivo quello di verificare lo stato dei luoghi accedendo classe per classe e nei vari locali tra cui quelli mensa e palestra.

Nella mattinata è stata verificata la situazione della Scuola Primaria statale “Bruno Buozzi” di via Matteotti, dell’Asilo Nido comunale “Elvira Pajetta” e della Scuola dell’Infanzia statale “Hans Christian Andersen” di via Morandi, nella parte centrale della giornata un lungo sopralluogo presso la Scuola Secondaria di I grado statale “Martiri della Libertà” di via Alba. Nel pomeriggio i controlli hanno riguardato la Scuola Primaria statale “Don Milani” di via Cena e la Scuola dell’Infanzia statale “Maria Montessori” di via Don Manassero.

«La situazione senza dubbio più grave è nella Scuola Secondaria di I grado statale “Martiri della Libertà” di via Alba – affermano i Consiglieri – dove nelle aule del piano ammezzato il riscaldamento non è sufficiente, le aule sono fredde e gli alunni e gli insegnanti sono costretti a far lezione con giacche e cappotti, molto critica la situazione delle veneziane interne parasole che sono danneggiate o mancanti pressoché in tutte le classi e i nostri studenti sono costretti a spostare i banchi per non essere abbagliati dal sole, o per non avere i raggi solari addosso, così come gli insegnanti: addirittura per il regolare andamento delle lezioni, nelle giornate di sole, vengono messi i giornali alle finestre per fare ombra; in alcuni casi, proprio perché rotte, le veneziane interne risultano pericolose per l’incolumità dei ragazzi. I bagni in alcuni casi presentano delle piastrelle rotte o mancanti con spigoli vivi rischiosi per l’incolumità dei ragazzi.»

Leonardo La Rosa e Giuseppe Deluca

Deluca e La Rosa rimarcano anche che nella palestra della scuola “Martiri della Libertà” un’uscita di sicurezza era ostruita da pesanti strutture sportive in legno, e che sempre nella palestra vi sono evidenti scrostamenti dei muri dovuti all’umidità e alle infiltrazioni, infine che i bagni presentano alcune criticità come spuntoni in ferro non protetti.

«Nella Scuola Primaria statale “Bruno Buozzi” di via Matteotti – proseguono – ci sono a volte problematiche di riscaldamento, il wifi non sempre è funzionante, e anche qui nei bagni piastrelle rotte o mancanti con spigoli vivi pericolose per i bambini. Nell’area esterna vi è una grande struttura coperta pericolante, prima utilizzata dai bambini, ed ora recintata per rischio di cedimenti e crolli per la mancanza di manutenzione. Su segnalazione delle famiglie risulta difficoltosa la nuova viabilità esterna negli orari di ingresso/uscita per la presenza di auto parcheggiate, auto in transito e pedoni nella via di collegamento a senso unico fra via Sussetto e via Matteotti; inoltre è pericolante, con distacco di mattoni, il muro di cinta presente in via Matteotti vicino al parcheggio disabili e al nuovo dosso rallentatore/attraversamento pedonale da poco realizzato.»

Per quanto riguarda l’Asilo Nido comunale “Elvira Pajetta” e nella Scuola dell’Infanzia statale “Hans Christian Andersen” di via Morandi l’area giochi attrezzata per i bambini e il pergolato sono in pessimo stato a causa della mancanza di manutenzione e nei bagni ci sono due rubinetti che perdono da mesi.

«Per la pioggia si sono verificate anche infiltrazioni d’acqua dal tetto all’ingresso della struttura.

Manca, inoltre, nei pressi della zona la segnaletica stradale verticale indicante l’attraversamento bambini in entrata/uscita dalle scuole. Nella Scuola Primaria statale “Don Milani” di via Cena vi è da sistemare qualche veneziana interna tanto che le insegnanti, a causa del sole diretto, per svolgere le lezioni sono costrette a posizionare sui vetri delle tovaglie; un bagno è ostruito e chiuso da mesi, inoltre all’interno dei servizi igienici, all’ingresso, vi è un termosifone che perde rendendo scivoloso il pavimento. I giochi per i bambini nel giardino esterno sono in pessimo stato a causa della mancanza di manutenzione.

E ancora: «Nella Scuola dell’Infanzia statale “Maria Montessori” di via Don Manassero, in caso di piogge persistenti, vi sono gravi problematiche di infiltrazioni di acqua in tutte le classi e locali della struttura..»

Il capogruppo consiliare di Alternativa Civica Giuseppe Deluca, commenta: «Abbiamo presentato un’interrogazione urgente richiedendo interventi efficaci e tempestivi. L’amministrazione comunale deve immediatamente intervenire nel fornire un adeguato riscaldamento delle aule del piano ammezzato della scuola media “Martiri della Libertà”, avevamo ricevuto numerose segnalazioni degli alunni e delle famiglie e abbiamo verificato che le aule sono fredde: sollecitiamo un intervento tempestivo per garantire una temperatura delle aule, secondo le normative vigenti, adeguata allo svolgimento delle lezioni e chiediamo di verificare periodicamente la temperatura delle aule. Inoltre deve essere programmato un intervento urgente di controllo, messa in sicurezza e rispristino nel più breve tempo possibile delle veneziane parasole interne che risultano mancanti o non funzionanti: non è possibile che nel 2015 si debbano mettere i giornali attaccati alle finestre o le tovaglie come alla elementare “Don Milani” per riparare i ragazzi dal sole e per poter fare lezione.

Ringraziamo la dirigente scolastica prof.ssa Stefania Camaiora per la tempestività con cui quotidianamente segnala anomalie, disfunzioni e problematiche, ma purtroppo chi deve intervenire nella manutenzione è il Comune. Invitiamo il sindaco e il consigliere comunale Alessandro Barbera, che ha la delega alla manutenzione degli edifici scolastici, ad accertarsi personalmente della situazione delle strutture dell’Istituto Comprensivo di Brandizzo e – conclude – di fare in modo che nelle nostre scuole gli alunni non stiano al freddo e vi siano aule dove i nostri ragazzi possano fare lezione in modo decoroso e in sicurezza».

«Spesso vengono spesi soldi in attività e per opere costose e superflue, – aggiunge il consigliere Leonardo La Rosa – qui si tratta della sicurezza dei nostri figli che dovrebbe essere assolutamente prioritaria e su questo non si scherza, se dovesse capitare qualcosa ai nostri ragazzi ricordiamo le responsabilità del sindaco nella tutela della sicurezza, dell’incolumità e della sanità pubblica.»

Leggi l’interrogazione sulle Scuole Istituto Comprensivo Brandizzo

clicca per ingrandire

Leggi anche...

spot_img