martedì 9 Marzo 2021

17/01/2015 EVENTI AGLIÈ – CONTRASTI BAROCCHI: TE DEUM M.A. CHARPENTIER

EVENTI AGLIÈ – Partirà il 17 gennaio la rassegna intitolata “Contrasti barocchi, dai fasti di Versailles alle terre del Canavese” organizzata dal Coro Polifonico Città di Rivarolo Canavese.

Una serie di spettacoli che si svilupperanno nei prestigiosi luoghi del Canavese, con un duplice intento di valorizzazione artistica: da un lato quella di un particolare repertorio musicale e teatrale (quello barocco), dall’altro quella delle cornici architettoniche in cui i concerti sono inseriti.

CLICCA PER INGRANDIRE

Un grosso impegno. Sette appuntamenti che si rifanno alla musica barocca.

«Il titolo Contrasti Barocchi – ha spiegato Maria Grazia Laino, Direttore del Coro – è stato scelto perché proprio nel barocco sono parecchie le tematiche contrastanti.»

Questo evento punta sulla collaborazione tra Comuni : «È bello coinvolgere un po’ tutti e fare sinergia» proseguono dal Coro.

Per questo evento si esibiranno realtà diverse dalle solite, e specializzate nella musica barocca, con un paio di spettacoli teatrali.

«È fuori dubbio che il barocco a livello culturale e musicale, in questo contesto canavesano trovi riscontro nell’arte e nell’architettura – ha commentato il vice Sindaco Edoardo Gaetano – ma il messaggio principale è quello che spinge a mettere insieme dei comuni. In Canavese facciamo fatica a fare sistema, invece è importante lavorare assieme per delineare un percorso culturale che caratterizzi il nostro territorio. Esistono – ha concluso – punti in comune fortissimi, che vanno enfatizzati.»

Si partirà sabato 17 gennaio ad  Agliè presso la Chiesa Parrocchiale di S.Massimo, nella cornice dell’elegante e maestoso Castello Ducale, mette a confronto due tra i massimi protagonisti del ‘600, uno, Charpentier, operante alla corte di Luigi XIV, e l’altro, Vivaldi, a Venezia.

Nelle cerimonie pubbliche di ringraziamento, legate ad eventi importanti nella vita della nazione (nascite o guarigioni di membri della famiglia reale, vittorie, paci), il monarca, accompagnato dalla musica sontuosa tipica dei Te Deum composti dai musicisti della Cappella Reale, rende omaggio al creatore. La sinfonia introduttiva del Te Deum di Charpentier, caratterizzata timbricamente da trombe e timpani, gli strumenti marziali per eccellenza, alternate a più delicate sezioni affidate agli archi, è il ritratto sonoro del sovrano, guerriero vittorioso sui campi di battaglia di mezza Europa, raffinato e benigno uomo di pace in patria.

 

 

Leggi anche...