sabato 27 Febbraio 2021

IVREA – Il Comune si unisce allo sdegno per la strage al Charlie Hebdo

IVREA – Riceviamo e pubblichiamo.

“L’Amministrazione Comunale di Ivrea si unisce allo sdegno unanime per le 12 vittime, tra cui diversi giornalisti e due poliziotti, dell’attacco terroristico alla sede del settimanale satirico Charlie Hebdo, condannato dal Papa e da tutti i leader mondiali, così come dalla Lega Araba e dall’università cairota di Al Azhar, la massima istituzione religiosa dell’islam sunnita.

Si tratta del più grave attentato ai danni della libertà di stampa negli ultimi decenni. Esso rende ancor più drammatica la situazione della libertà di stampa nel mondo, il cui peggioramento nel 2014, non solo nei regimi autoritari ma anche in Europa, era già stato denunciato da Reporters sans Frontieres e dalla organizzazione internazionale Freedom House. Sono infatti 66 i giornalisti rimasti uccisi nel 2014, mentre sono 119 quelli sequestrati, in aumento del 37% rispetto al 2013, Ad oggi sono ancora 40 i giornalisti tenuti in ostaggio in tutto il mondo. Ben 178 sono i giornalisti imprigionati a ragione del loro lavoro.

Ogni attacco alla libertà di stampa è un attacco alla libertà di opinione e di espressione, restringe gli spazi di democrazia e rende ogni cittadino più debole e con meno diritti. L’Amministrazione Comunale esprime la sua profonda solidarietà con la testata francese e con tutti coloro che, in ogni parte del mondo, sono in prima fila nella difesa della libertà di stampa e di espressione.”

Leggi anche...