venerdì 22 Gennaio 2021

NOTIZIARIO DAL MONDO – ORE 13,00 – 22/12/2014

NOTIZIARIO DAL MONDO – ORE 13,00 – 22/12/2014

BLITZ CONTRO GRUPPO DI TERRORISTI NEOFASCISTI, 14 ARRESTI

IPOTESI ATTENTATI A MAGISTRATI, POI VOLEVANO PARTITO

I Carabinieri del Ros hanno arrestato 14 persone in tutta Italia con l’accusa di avere costituito un gruppo clandestino che progettava attentati contro obiettivi istituzionali, in particolare magistrati. Il piano degli indagati nell’ambito dell’operazione del Ros che ha portato agli arresti disposti del gip dell’Aquila era “basato su un doppio binario”: “da un lato atti destabilizzanti da compiersi su tutto il territorio nazionale e dall’altro un’ opera di capillare intromissione nei posti di potere, tramite regolari elezioni popolari con la presentazione di un loro “nuovo” partito”. L’inchiesta della procura dell’Aquila contesta l’associazione con finalità di terrorismo. L’organizzazione si richiama al disciolto movimento neofascista Ordine Nuovo. Sono in corso perquisizioni per altri 31 indagati.

 

ULTIMO GIRO DI BOA PER LA MANOVRA, IN PORTO PER MARTEDÌ

CDM DI NATALE PER I DECRETI ATTUATIVI DEL JOBS ACT

La commissione bilancio della Camera ha licenziato senza modifiche la legge di Stabilità. Inizia adesso il passaggio in Aula che dovrebbe convertire la Manovra al più tardi entro martedì mattina. ‘Casini ci sono stati’, ha ammesso il presidente del Consiglio assumendosene la responsabilità, ‘Ma la manovra garantirà la diminuzione della pressione fiscale’. Renzi ha poi confermato la convocazione del Cdm per la Vigilia di Natale che si dovrebbe occupare anche del cosiddetto Milleproroghe oltre al dossier Ilva e all’attuazione del Jobs Act. Dubbi e richieste di chiarimenti all’esecutivo sono arrivati dal Servizio Bilancio di Montecitorio sul nuovo testo della Manovra. In un dossier di 100 pagine gli uffici esaminano i profili finanziari delle modifiche apportate. E non tutte ‘funzionano’. Intanto sono in dirittura d’arrivo i decreti attuativi del Jobs act, si stringe sugli indennizzi per i licenziamenti illegittimi e si lavora sulla revisione dell’Aspi.

 

QUIRINALE, BERLUSCONI: NON IMPORTA SE CANDIDATO È DI SINISTRA

E ALFANO, ‘CAPO STATO NON PUÒ ESSERE ELETTO DA CONGRESSO PD’

La scelta per il nuovo capo dello Stato? ‘Noi guardiamo alla persona, non ha importanza se è di quella o di quell’altra parte politica. Si deve trattare di una persona seria, accettata da tutti, un garante per tutti’. Parola di Silvio Berlusconi che, intervistato da Repubblica, apre al premier e non esclude un candidato Dem. Sullo stesso quotidiano il punto di vista di Alfano: ‘Non facciamone una questione di partito, il presidente della Repubblica non può essere eletto dal congresso di una formazione politica ma da un’assemblea di mille grandi elettori che rappresentano il Paese’. Ieri sera il premier da Fabio fazio ha ribadito che per il Colle ci deve essere una ‘Maggioranza ampia, nessuno ha potere di veto’.

 

AGENTI UCCISI, GIULIANI ACCUSA OBAMA: MESI DI PROPAGANDA

E DIFENDE DI BLASIO, ‘MA CAMBI POLITICA CON LA POLIZIA’

L’ex sindaco di New York Rudy Giuliani punta il dito contro Obama: ‘Il presidente ha una parte di responsabilità nell’uccisione dei due poliziotti’. ‘Abbiamo avuto mesi di propaganda, a partire da quella del presidente’. Secondo Giuliani, le proteste a Ferguson, unite alle critiche delle tattiche della polizia e del sistema giudiziario, hanno contribuito a creare il clima che ha portato all’assassinio dei due poliziotti. L’ex sindaco invece difende De Blasio: ‘Accusare il sindaco De Blasio di avere le mani sporche di sangue è una reazione eccessiva, ma lui deve cambiare politica nei confronti degli agenti’.

 

SPAGNA, INFANTA CRISTINA RINVIATA GIUDIZIO PER FRODE AL FISCO

E’ LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA PER UN MEMBRO FAMIGLIA REALE

L’Infanta Cristina di Spagna, sorella del re Felipe VI, è stata rinviata a giudizio per frode fiscale nell’ambito del caso Noos. E’ la prima volta nella storia per un membro della Famiglia Reale.

 

 

 

 

INCHIESTA COSENTINO, SEQUESTRATI 142 DISTRIBUTORI DI BENZINA

CONCORRENZA ILLECITA ATTRAVERSO AMICIZIA CON CLAN CASALESI

Sequestri di società e 142 distributori di carburanti in tutta Italia per un valore di 120 milioni. Il provvedimento è della Dda di Napoli nell’ambito dell’inchiesta che ha portato all’arresto in aprile dell’ex deputato del Pdl Nicola Cosentino. Gli inquirenti ipotizzano il reato di concorrenza illecita e si indaga su episodi di estorsione e concussione finalizzati a favorire l’attività degli impianti gestiti dalla famiglia Cosentino, con l’aggravante del metodo mafioso grazie all’amicizia con il clan di camorra dei Casalesi. Nell’inchiesta sono indagati i fratelli di Cosentino, Giovanni e Antonio – il primo è in carcere, il secondo ai domiciliari – e altre 11 persone, tra cui l’ex prefetto di Caserta Maria Elena Stasi.

 

FRANCIA, AL GRIDO ALLAH U AKBAR INVESTE UNDICI PERSONE

A DIGIONE, DUE DEI FERITI SONO IN GRAVI CONDIZIONI

A Digione, in Francia, un uomo alla guida di un’auto si è lanciato, al grido di Allah u Akbar, contro un gruppo di persone, ferendone undici, due delle quali in modo grave. Per gli investigatori si è trattato di uno squilibrato.

 

Leggi anche...