venerdì 15 Gennaio 2021

NOTIZIARIO DAL MONDO – ORE 13,00 – 10/12/2014

NOTIZIARIO DAL MONDO – ORE 13,00 – 10/12/2014

ALTA TENSIONE SUI MERCATI, LO SPREAD TORNA SOPRA QUOTA 140

SCHIZZANO I TASSI DEI TITOLI DELLA GRECIA, TRIENNALE AL 9%

Resta altissima la tensione sui mercati finanziari per gli sviluppi della situazione in Grecia. Lo spread tra Btp e Bund torna sopra quota 140 (142 punti base) per la prima volta dal 27 novembre scorso. Il rendimento del decennale italiano è in rialzo al 2,1%. Sotto pressione i titoli di Atene con il tasso del decennale salito all’8,2% mentre quello del triennale è schizzato a sopra il 9%.

 

 

‘NDRANGHETA IN UMBRIA, 61 ARRESTI E SEQUESTRI PER 30 MILIONI

BLITZ CC SU INFILTRAZIONI IN ECONOMIA E COLLEGAMENTI A COSCHE

In Umbria 61 arresti in un’operazione del Ros dei Carabinieri contro la ‘ndrangheta. Sequestrati beni per oltre 30mln. Nel mirino degli investigatori un presunto sodalizio radicato nella regione, secondo gli investigatori con “infiltrazioni nel tessuto economico locale” e “saldi collegamenti” con le cosche calabresi di origine. Diversi i reati contestati : associazione di tipo mafioso, estorsione, usura, danneggiamento, bancarotta fraudolenta, truffa, trasferimento fraudolento di valori, traffico di stupefacenti e sfruttamento della prostituzione.

 

LORIS: PRIMA NOTTE IN CARCERE PER VERONICA, VOGLIO STARE SOLA

IN CELLA DI ISOLAMENTO E SORVEGLIATA IN PENITENZIARIO CATANIA

Prima notte in carcere – in una cella di isolamento, sorvegliata per problemi di sicurezza – nell’ala femminile del penitenziario di Catania, come da protocollo, per Veronica Panarello, la 26enne accusata di avere ucciso il figlio Loris di 8 anni a Santa Croce Camerina. Al suo arrivo, ieri sera, è stata fortemente contestata da detenuti dell’istituto che hanno fischiato e urlato contro di lei “assassina, devi morire”. La donna avrebbe detto agli agenti penitenziari: “adesso voglio stare sola”. Domani l’interrogatorio di garanzia davanti al Gip.

 

IMMIGRAZIONE, UNHCR: 3.419 MORTI NEL MEDITERRANEO NEL 2014

TRAVERSATA 207MILA MIGRANTI, L’80% DA LIBIA SU MALTA-ITALIA

Almeno 3.419 migranti hanno perso la vita nel Mar Mediterraneo da gennaio: questa traversata diventa così la “strada più mortale del mondo”, è un bilancio record. Lo annuncia l’agenzia Onu per i rifugiati Unhcr. Dall’inizio dell’anno oltre 207mila migranti hanno tentato di attraversare il Mediterraneo: cifra quasi 3 volte superiore al precedente record 2011, quando 70mila migranti erano fuggiti dai loro paesi durante la primavera araba. L’Europa la principale meta dei migranti via mare. Quasi l’80% delle partenze avvengono dalla costa libica verso l’Italia e Malta. Nel mondo, quasi 4.300 morti in mare di migranti.

 

PA, ITALIA IN CODA AL MONDO PER TEMPO ADEMPIMENTI PER TASSE

E’ AL 138/MO POSTO. SU RISPETTO REGOLE QUARTULTIMA NELL’OCSE

Italia in coda al mondo per il fisco: l’alto prelievo si unisce al maggior numero di ore necessario per pagare, e si finisce al 138/o posto. Lo evidenzia il Cnel nella relazione al Parlamento sui servizi delle pubbliche amministrazioni. L’Italia unico Paese Ue al di sopra sia della pressione tributaria media, sia del numero medio di ore richieste per gli adempimenti fiscali. Siamo inoltre quartultimi fra i Paesi Ocse, per quanto riguarda la capacità del sistema di far rispettare le regole con equità. Dopo noi Grecia, Turchia e Messico.

 

PISTORIUS, CORTE SUPREMA NE RIESAMINERA’ PROCESSO IN APPELLO

CHIESTO DA PM DOPO CONDANNA 5 ANNI OMICIDIO COLPOSO FIDANZATA

Il processo del campione paraolimpico Sudafricano Oscar Pistorius, condannato a 5 anni di carcere per aver ucciso la sua fidanzata Reeva, sarà riesaminato in appello dalla Corte Suprema su richiesta del pubblico ministero. Lo ha deciso il giudice Thokozile Masipa. La tesi della procura è che Pistorius sia responsabile di omicidio volontario e pertanto avrebbe dovuto essere condannato ad una pena di almeno 15 anni e non 5, come invece è accaduto per l’omicidio colposo, con una sentenza che ha fatto molto discutere.

 

INFANZIA A RISCHIO,IN ITALIA 1,4 MILIONI IN POVERTA’ ASSOLUTA

SAVE THE CHILDREN, IN CITTA’ 37% MINORI,POCHI SPAZI PER GIOCO

Difficile la vita dei bambini in Italia, dove la gelata economica costringe 1,4mln a condizioni di povertà assoluta. Per non parlare della qualità della vita nelle nostre città – dove vive il 37% dei più piccoli – prive di spazi per giocare e invase da macchine. Ne riferisce il ‘5/o Atlante dell’Infanzia (a rischio) in Italia’ di Save the Children. Il 37% di tutti i minori italiani vive concentrato nel 16,6% del territorio nazionale – la superficie delle future città metropolitane, che nasceranno ufficialmente da gennaio prossimo – e 1 milione e mezzo di bambini crescono all’interno degli 11 grandi centri urbani con una popolazione superiore ai 250 mila abitanti.

 

LUTTO CITTADINO A LAGONEGRO PER I FUNERALI DI MANGO

POI ESEQUIE DI GIOVANNI, ALTRI DUE FRATELLI IN OSPEDALE

Nella Chiesa Madre di Lagonegro (Potenza) – dove oggi è giornata di lutto cittadino – i funerali del cantante Mango, morto a 60 anni nella notte tra domenica e lunedì durante un concerto a Policoro (Matera). Nel pomeriggio, invece, nella chiesa di San Giuseppe ci saranno le esequie del fratello dell’artista, Giovanni, morto ieri mattina a 75 anni, molto probabilmente anche lui a causa di un infarto. Sono inoltre ricoverati nell’ospedale della città lucana altri due fratelli del cantante, Armando e Michele, che ieri si sono sentiti male.

(by ANSA).

Leggi anche...