IVREA – Oggi, mercoledì 3 dicembre, alle 12 verrà inaugurata la gestione Uici (Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti) del Centro di Riabilitazione Visiva (Crv) di Ivrea in corso Nigra 37.

centro-riabilitazione-visiva-ivrea L’associazione ha infatti vinto la gara d’appalto bandita dall’Asl Torino 4 aggiudicandosi la gestione del centro per i prossimi due anni. L’obiettivo dell’Uici è coniugare alti standard qualitativi con un uso oculato delle risorse pubbliche (l’offerta infatti prevede un risparmio di circa 20.000 Euro per le casse dell’Azienda Sanitaria Locale).

«La notizia è allo stesso tempo un traguardo e un punto di partenza – commenta Giuseppe Salatino, presidente Uici Torino – In questa nuova avventura desideriamo riversare tutta l’esperienza maturata al Centro di Riabilitazione Visiva dell’Ospedale Oftalmico di Torino e nelle numerose altre attività che da anni gestiamo sul territorio provinciale».

La struttura di Ivrea propone percorsi riabilitativi di tipo sociale. Tantissime le attività che verranno svolte: dai corsi di autonomia personale (cucina, economia domestica, uso del denaro) alla consulenza sugli strumenti tecnologici (orologi parlanti, telefoni di ultima generazione, ma anche computer con sintesi vocale e altri ausili specifici); dall’aiuto nell’orientamento (corsi di uso del bastone bianco e altre strategie) al sostegno in ambito lavorativo e pensionistico, senza trascurare la musicoterapia e le attività ludiche per i più piccoli.

Ci sarà anche un servizio di consulenza psicologica, utile strumento per permettere agli interessati di lavorare sui propri limiti e le proprie risorse, particolarmente prezioso nei casi di disabilità insorta (cioè quando l’improvvisa perdita o grave riduzione della vista costringe a costruirsi una nuova personalità). Ciechi e ipovedenti, insieme con le loro famiglie, potranno anche contare su gruppi di auto mutuo aiuto. Le attività già presenti saranno potenziate e ne verranno introdotte di nuove. Si sta ad esempio studiando un corso di postura corretta: spesso, infatti, una capacità visiva molto ridotta porta a posizioni innaturali, che nel tempo possono diventare dannose.

La sfida dell’Uici non è solo quella di offrire dei servizi, ma anche di saper cogliere le esigenze specifiche e calibrare le risposte migliori: in un territorio come il Canavese possono emergere necessità diverse rispetto a quelle di una grande città. Inaugurato nel 2012, il centro di Ivrea è stato finora gestito dall’Apri (Associazione Pro Retinopatici e Ipovedenti). Il passaggio di consegne è avvenuto ufficialmente lo scorso lunedì, 1 dicembre.

La segreteria del Centro sarà aperta tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 15, ad eccezione del mercoledì, quando invece aprirà alle ore 10.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here