CHIVASSO – Si è svolta nonostante il maltempo la protesta contro la discarica di Chivasso.

corteoOrganizzato dall’Associazione Terrasana e dal comitato Restiamo Sani, il corteo si è districato per le vie della città partendo dalla stazione per dire “no” alla discarica.

Forte e chiaro il volantino che invitava alla manifestazione:

“Le popolazioni di Pogliani, Montegiove, Montanaro e Chivasso, come le altre comunità limitrofe non possono pagare anni di speculazione economica e malgoverno. Devastazione ed inquinamento hanno raggiunto dei livelli inaccettabili.

Dopo 30 anni di gestione discutibile non si possono mettere sul tavolo altri ampliamenti. Non vogliamo vedere le sorti del nostro territorio ipotecate per almeno altri dieci anni.

L’attuale amministrazione chivassese – si legge – continua nel furto di trasparenza e democrazia. Il nuovo progetto Wastend è stato depositato alla Provincia di Torino senza che nessuno sia mai venuto a spiegarlo ai cittadini. La maggioranza punta il dito su chi ha portato in comune la verdura contaminata ma dimentica chi ha sversato rifiuti tossici illecitamente.”

E conclude: “Per la realizzazione del progetto Wastend non si faranno gare d’appalto! Utilizzando a sproposito il ricatto relativo ai debiti di Seta o di altri carrozzoni come ad esempio la Chind, vien sempre più alla luce ciò che i movimenti ambientalisti denunciano da anni: i poteri straordinari sono il male e non la cura. I debiti creati ai piani alti della politica non possono essere ripianati mettendo a repentaglio la salute pubblica, devastando un intero territorio.”

Guarda il servizio con l’intervista a Mauro Frigato (Presidente associazione Terrasana), a Paolo Zandarin (portavoce Associazione Terrasana) e a Michele Racco (Comitato Restiamo Sani).

GUARDA IL SERVIZIO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here