lunedì 14 Giugno 2021
lunedì, Giugno 14, 2021
spot_img

FAVRIA – M5S: incontro sulla Città Metropolitana

FAVRIA – Ancora un incontro sulla Città Metropolitana a Favria.

Questa volta, l’incontro pubblico previsto per martedì 07 ottobre alle 21 presso la “Sala Musica” di Favria, è organizzato dal Movimento Cinquestelle.

Il fine è di aprire un serio e sereno confronto con tutti gli Amministratori del territorio locale, a prescindere dalla loro appartenenza politica.

Nell’occasione i Candidati alla Città Metropolitana, i Consiglieri e gli attivisti del M5S incontreranno Sindaci, Assessori e Consiglieri Comunali del territorio per uno scambio di idee sulla costituenda Città Metropolitana.

«Vogliamo immaginare questo incontro – afferma il Movimento Cinquestelle – come un’assemblea tecnica, aperta a tutti (indipendentemente dalle appartenenze politiche), per discutere e accogliere le idee di cittadini e amministratori del territorio riguardo alle linee guida e le istanze che dovranno essere rappresentare nel nuovo Ente.

Potremo portare all’interno del Consiglio Metropolitano anche la voce dei cittadini di piccoli Comuni e dei loro Amministratori locali che insieme costituiscono quel patrimonio di attivismo civico poco legato ai partiti ma sicuramente presente e da sempre impegnato nella gestione trasparente, efficace, e per lo più gratuita, dei nostri territori, anche i più marginali. Lavorando insieme crediamo sia possibile far si che le peculiarità di cui è ricco il nostro territorio non vengano sacrificate o dimenticate all’interno del nuovo Ente.”

Dopo una consultazione on-line che ha visto la partecipazione di migliaia di attivisti, il MoVimento 5 Stelle ha scelto infatti di partecipare al processo di formazione delle Città Metropolitane.

«Il prossimo 12 ottobre – spiegano – si svolgeranno le elezioni del Consiglio della Città metropolitana di Torino e crediamo che la partecipazione dei Comuni del Canavese sia necessaria anche in una sede, come quella della Città Metropolitana, nella quale verranno prese decisioni importantissime per la vita e il futuro dei cittadini del nostro territorio. Il Consiglio della Città Metropolitana sarà infatti chiamato a scelte delicatissime destinate ad avere ampie ricadute sulla vita quotidiana dei cittadini coinvolti: i modelli di gestione delle acque, i sistemi di smaltimento dei rifiuti, la pianificazione dei trasporti, tanto per fare qualche esempio. Si tratta di scelte troppo strategiche e importanti per le quali crediamo sia necessario avviare un’ampia collaborazione coinvolgendo il maggior numero possibile di Amministratori anche dei Comuni più piccoli.

Riteniamo che quello in atto sia un passaggio cruciale per il futuro di questo territorio e che il processo costituente della Città Metropolitana non possa essere lasciato nelle mani di un singolo gruppo dirigente torinese. E’ alto, infatti, il rischio di creare una realtà Torino-centrica in cui le principali decisioni (soprattutto inerenti la gestione dei servizi pubblici locali) vengono fortemente influenzate più dai problemi di bilancio del capoluogo che dalle reali esigenze dei territori.»

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img