sabato 12 Giugno 2021
sabato, Giugno 12, 2021
spot_img

RIVAROLO – I ragazzi del “Moro” diventano traduttori

[label style=”important”]Ascolta l’articolo[/label][audiotube id=”sdiMihpxwUo” tiny=”yes”]

RIVAROLO – Dopo quasi 60 anni dalla sua  pubblicazione a Londra, sta per uscire tradotto in italiano, il libro “Alpine Partisan”  che raccoglie le memorie di guerra di Alfred Southon, l’unico soldato inglese che sopravvisse alla tragedia del novembre 1944, dove morirono in 41 fra soldati inglesi e partigiani italiani.

Sono stati  gli studenti della IV B del liceo scientifico “Aldo Moro” di Rivarolo, guidati dalla loro docente d’inglese Maria Elena Coha, a curare la traduzione, inserita nel libro “Galisia 1944-2014-Alpine partisan”,38° volume  realizzato dal Centro Ricerche Studi Alto Canavese (CORSAC) che riporta i risultati degli studi più recenti sui drammatici eventi del novembre 1944,  quando un gruppo di ex-prigionieri inglesi fuggiti dal campo di lavoro di Spineto di Castellamonte,accompagnati da partigiani canavesani, perse la vita nella traversata del Colle Galisia, a un passo dalla libertà.

Nella seconda parte del libro, la professoressa Claretta Coda, insegnante di storia presso il liceo Moro, ha condotto un’articolata ricerca multidisciplinare, che ha coinvolto numerosi testimoni e ricercatori, sui prigionieri alleati in Canavese: la sua attenzione si è poi concentrata sul  campo di Spineto, sulla fuga del gruppo di soldati inglesi, sull’accoglienza della popolazione locale, e ancora sulla collaborazione con le forze partigiane, sulle vicende della tragedia sul colle Galisia, e ancora sui soccorsi e sul riconoscimento delle salme, grazie anche a documenti provenienti dall’estero recentemente resi disponibili.

L’appendice del volume di 440 pagine, infine, riporta alcuni scritti inediti o già pubblicati in opere esaurite da tempo e quindi non più facilmente reperibili.La presentazione del libro è prevista per venerdì 24 ottobre, alle ore 21, nell’ex Chiesa della Trinità di Cuorgnè,nell’ambito del primo appuntamento con i “Venerdì del Corsac”. Poi, domenica 9 novembre (70° anniversario della tragedia), il ricordo della tragedia del Galisia si sposterà a Ceresole Reale; qui alla Cà dal Meist, sede del Centro Rete del progetto “La Memoria delle Alpi”, sarà visitabile anche la mostra Galisiaquarantaquattro.

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img