CRONACA – NOTIZIARIO DAL MONDO – ORE 13,00 – 12/09/2014

PISTORIUS CONDANNATO PER OMICIDIO COLPOSO

GIUDICE, ‘HA UCCISO REEVA, MA NON VOLEVA’

PISTORIUS 2‘Omicidio colposo’. Oscar Pistorius ottiene la condanna meno pesante dal tribunale di Pretoria che lo giudica per la morte della fidanzata, la bellissima modella sudafricana Reeva Steenkamp, nel gennaio del 2013. Per il giudice Thokozile Msipa, che sta completando la lettura del verdetto, si è trattato di ‘omicidio non volontario’. Una decisione che è prevedibile provocherà aspre polemiche.

 

MARO’: OK CORTE INDIA AL RIENTRO DI LATORRE PER 4 MESI

GIUDICI CHIEDONO COME CONDIZIONE GARANZIA SCRITTA RIENTRO

MARO'La Corte suprema indina ha accolto l’istanza degli avvocati di Massimiliano Latorre per il rientro in Italia per un periodo di convalescenza dopo l’ischemia che lo ha colpito il 31 agosto. I giudici hanno accettato una garanzia scritta di rientro a nome del governo italiano, fornita dall’ambasciatore a Delhi Daniele Mancini, chiedendo però anche una nuova garanzia scritta ‘non ambigua e non equivoca’ a Latorre. ‘Abbiamo ottenuto quanto volevamo’, ha detto all’ANSA Soli Sarabjee, il legale del marò.

 

RENZI, ITALIA RISPETTA 3%, DALLA UE NON LEZIONI MA 300 MLD

NON TAGLIO LA SANITA’ MA LE REGIONI SPENDANO BENE

matteo_renzi1‘Noi rispettiamo il 3%. Siamo tra i pochi a farlo. Dall’Europa dunque non ci aspettiamo lezioni, ma i 300 miliardi di investimenti’. E’ uno dei molti tweet del presidente del Consiglio Matteo Renzi questa mattina. Sulla rivolta delle Regioni contro i tagli alla Sanità, il premier scrive: ‘Revisione della spesa non significa tagliare la sanità. Ma le Regioni prima di fare proclami inizino a spendere bene i soldi che hanno’. Sulla vicenda delle primarie del Pd in Emilia Romagna: ‘I candidati del Pd li scelgono i cittadini con le primarie, non soggetti esterni. In Emilia Romagna vinca il migliore’. Quanto all’inchiesta Eni, Renzi si dice ‘felice di aver scelto Descalzi, lo rifarei. Rispetto le indagini e aspetto le sentenze’.

 

PADOAN ALL’EUROPA,DEFICIT 2,6% COMPATIBILE CON FASE DI CRISI

MINISTRO, BCE AMMETTE CHE IL QUADRO DIVERSO IMPATTA SU CONTI

PADOANIl target del deficit al 2,6% era ‘un obiettivo compatibile con un quadro macroeconomico diverso e comunque rispetteremo i vincoli’, dice il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan entrando all’Eurogruppo rispondendo sui dubbi della Bce circa il rispetto del deficit previsto al 2,6%. La Bce, aggiunge, ‘ammette che il quadro macroeconomico è molto peggiore di sei mesi fa e c’è l’ovvia implicazione per i conti pubblici’.

 

BANKITALIA, DEBITO ANCORA RECORD A LUGLIO, A 2.168,6 MILIARDI

PRODUZIONE INDUSTRIALE ANCORA GIU’, A LUGLIO -1%, ANNUA -1,8%

BANKITALIAA luglio il debito delle amministrazioni pubbliche italiane resta ai livelli record di 2.168,6 miliardi di euro, 0,2 miliardi in più rispetto al precedente massimo di giugno, si legge nel bollettino di Bankitalia. Le entrate a luglio sono state di 35,9 miliardi (+0,8%). Ma nei primi sette mesi in calo dello 0,5%. L’Istat, intanto, rileva cali decisi della produzione industriale sia su base mensile sia annua: in diminuzione dell’1,0% su giugno, quando era stato registrato un rialzo, e dell’1,8% nel confronto annuo (corretto per il calendario). E’ il ribasso annuo più marcato da 10 mesi.

 

UCRAINA: KIEV AUSPICA STATUS SPECIALE COOPERAZIONE NATO

RUBLO RUSSO. NUOVO RECORD NEGATIVO, 37,72 PER UN DOLLARO

UCRAINAL’Ucraina punta a ottenere ‘nel prossimo futuro’ uno status speciale di cooperazione con la Nato. Lo ha dichiarato il presidente ucraino Petro Poroshenko in una conferenza stampa a Kiev in cui ha parlato della sua visita ufficiale negli Stati Uniti la settimana prossima. Il Parlamento ucraino ratificherà martedì l’accordo di associazione e libero scambio con l’Ue. Per il presidente ucraino è ‘un momento storico’. Male la Borsa di Mosca con l’entrata in vigore delle nuove sanzioni europee che colpiscono finanza, energia e difesa. In apertura l’indice Micex (in rubli) segna -0,18% e l’Rts (in dollari) a -0,63%.

 

SIRIA: RAID AEREI REGIME A NORD DI DAMASCO, DECINE DI MORTI

FONTI MEDICHE FORNISCONO LISTA 33 MORTI, MOLTI FERITI GRAVI

SIRIAE’ di decine di morti, tra cui bambini, il bilancio dei raid aerei compiuti nelle ultime ore dal regime di Damasco contro un sobborgo della capitale. Lo riferiscono all’ANSA fonti mediche interpellate via Skype e che hanno fornito anche la lista dettagliata di 33 vittime. Le fonti affermano che i feriti gravi sono numerosi e che il bilancio potrebbe aggravarsi.

 

IMMIGRAZIONE, NAVE SAN GIUSTO A TARANTO CON 1.722 PROFUGHI

E’ LO SBARCO PIU’ CONSISTENTE DELL’OPERAZIONE MARE NOSTRUM

molo San CataldoE’ giunta al molo San Cataldo con 1.192 uomini, 274 donne (19 delle quali in stato di gravidanza) e 256 minorenni provenienti da varie nazionalità: Siria, Palestina, Pakistan, Sudan, Tunisia, Marocco, Libia, Bangladesh e Nigeria. Il Comune di Taranto mette a disposizione indumenti, scarpe, bottigliette d’acqua, viveri di prima necessità e bagni chimici. Una parte dei migranti rimarrà a Taranto per alcune ore prima dello smistamento verso altre località. Altri saranno trasferiti subito in centri di accoglienza della Puglia e di altre regioni.

(by ANSA)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here