[label style=”important”]Ascolta l’articolo[/label][audiotube id=”0gUC0hjDmZI” tiny=”yes”]
Guarda il servizio

PONT CANAVESE – Si è tenuta, ieri, la cerimonia di intitolazione di una via di Pont Canavese, alla memoria del Cav. Modesto Sandretto.

Pont Intitolata via (3)Presenti, oltre a cittadini e autorità, la famiglia dell’Imprenditore: la moglie Paola, figlio e nipote con le rispettive consorti.

Durante la cerimonia, il Sindaco Paolo Coppo ha spiegato i motivi che hanno spinto l’Amministrazione a scegliere Modesto Sandretto:

«Per la sua capacità imprenditoriale, una persona di successo che però non ha mai scordato il punto di partenza.»

Chi si aspettava una manifestazione di protesta da parte dei residenti è rimasto deluso. Nessuno striscione, niente di niente.

Alcuni residenti della via, nelle scorse settimane, avevano presentato in comune una raccolta di firme perché contrari alla modifica del nome della via, non per la scelta di intitolarla al Cav. Sandretto, ma per il disagio che avrebbe loro causato il cambio di indirizzo.

«Ho convocato i cittadini in questione, – spiega il Sindaco Coppo – mercoledì scorso. Il Comune si prenderà in carico tutte le modifiche degli indirizzi. Non so se si sono convinti, ma per ora è così, poi vedremo.»

A ricordare Modesto Sandretto è stato anche il Presidente dei Lions Club Alto Canavese, Pier Giacomo Ceretto Castigliano, che ha rimarcato il ruolo fondamentale per il Club, che ha ricoperto Sandretto.

All’interno dell’ex Manifattura sta prendendo vita, invece il “Polo Museale”, che comprende, oltre al Museo della Plastica già esistente, due edifici d’epoca che la Famiglia di Gilberto Sandretto (figlio di Modesto), intende lasciare a disposizione del Comune.

Nel Bureaux Centrale, antica sede degli uffici, sono esposti “frammenti di storia” della Manifattura Mazzonis mentre nei locali della ex Scuderia sono esposti una collezione di antiche macchine utensili che il Cav. Modesto Sandretto aveva raccolto proprio con l’intenzione di metterla a disposizione della Cittadinanza.

Guarda le foto e il servizio con l’intervista al Sindaco Paolo Coppo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here