venerdì 7 Maggio 2021

CUORGNÈ – Comune virtuoso nei pagamenti

[label style=”important”]Ascolta l’articolo[/label][audiotube id=”pyvswfFH5So” tiny=”yes”]

CUORGNÈ – La legge stabilisce che i Comuni debbano assicurare nel 2014 un contributo alla finanza pubblica per 375,6 mln. di euro, dei quali:

–    360 milioni sulla base delle spese per acquisto di beni e servizi rilevate dal SIOPE nel triennio 2011-2013

–      14 milioni sulla base delle spese per incarichi di consulenza, studio e ricerca e per i contratti Co.Co.Co.

–      1,6 milioni con riferimento alle spese per autovetture

Per quanto concerne la spesa per l’acquisto di beni e servizi, la norma prevede anche un malus del 5% per i Comuni con ritardi nei tempi medi di pagamento superiori a 90 giorni e per gli Enti che hanno fatto ricorso agli strumenti di acquisto messi a disposizione da CONSIP spa e dalle centrali di committenza regionale in misura inferiore al valore mediano di comparto, con un beneficio di pari importo per i Comuni ritenuti virtuosi sotto questi aspetti.

«Verso la fine del mese di agosto ci è giunta comunicazione – afferma il Sindaco Beppe Pezzetto – che per l’anno 2014 il Comune di Cuorgnè è stato considerato comune virtuoso in quanto»:

Cuorgnè, infatti, relativamente alle spese per acquisto di beni e servizi, ha rispettato i tempi di pagamento inferiori ai 90 gioni (l’ente ha registrato nell’anno 2013 un tempo medio di pagamento di 45 giorni)

Inoltre il ricorso a CONSIP spa e centrali di committenza, sempre nell’anno 2013, è risultato maggiore rispetto al valore medio di comparto

«A prescindere da un bonus di circa 2mila euro che ci è stato riconosciuto, – continua Pezzetto – tenendo conto della situazione economica che avevamo ereditato, le azioni che abbiamo messo in campo stanno iniziando a dare i loro risultati; grazie all’Assessore Laura Febbraro e alla struttura guidata dalla dottoressa Bocca, abbiamo estinto i debiti pregressi con i Fornitori e impostato una politica, che pur con la limitazione delle entrate, paghi il dovuto ai Fornitori che hanno eseguito il loro lavoro, in tempi “normali” la nostra media dei pagamenti nel 2013 è calata a 45 giorni. Infine – conclude il primo cittadino – per una sempre maggiore trasparenza, stiamo trasferendo gli acquisti di tutte le funzioni sulle diverse piattaforme tecnologiche, consentendo così una completa tracciabilità del processo.»

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img