martedì 18 Maggio 2021
martedì, Maggio 18, 2021
spot_img

19/09/14 EXILLES – “EMOZIONI IN LIBERTA’”

EVENTI EXILLES – LA PROVINCIA DI TORINO RIPROPONE LE “EMOZIONI IN LIBERTÀ” ALLA SCOPERTA DEL COMPORTAMENTO DEGLI ANIMALI SELVATICI

Dopo il successo riscosso negli anni scorsi, il Servizio Tutela Fauna e Flora della Provincia di Torino ripropone anche nel 2014 l’iniziativa “Emozioni in libertà”, che consiste in una serie di osservazioni organizzate del comportamento della fauna selvatica, cui possono partecipare gruppi di appassionati compresi tra le dieci e le quindici unità. Nei mesi autunnali di particolare interesse è l’osservazione del comportamento dei Cervi in amore in Alta Valsusa, che hanno come base il Rifugio Levi Molinari di località Grange della Valle ad Exilles e lo Chalet della Guida di frazione Rochemolles a Bardonecchia.

Il territorio della provincia di Torino offre una notevole varietà di ambienti di elevato significato naturalistico, riccamente popolati di fauna selvatica. La maggior parte delle specie sono timide, si spostano e si nutrono per lo più nelle ore notturne o crepuscolari, vivono in zone impervie o che presentano una fitta vegetazione adatta a nasconderle e, soprattutto, sfuggono il contatto con l’uomo. I cittadini, anche quelli più amanti della natura, frequentemente, non ne percepiscono la presenza. “Nell’immaginario comune, la secolare competizione preda-predatore, i grandi mammiferi selvatici, i voli degli uccelli migratori e altri spettacoli della natura esistono solo nelle savane africane o in irraggiungibili lagune esotiche. – sottolinea Marco Balagna, Assessore provinciale alla Montagna, al Turismo e alla Tutela della Fauna e della Flora – L’iniziativa ‘Emozioni in libertà’, consente di porre all’attenzione dei cittadini la realtà di un territorio montano e rurale ricco di spunti di interesse”. “Il nostro – ricorda l’Assessore Balagna – è un patrimonio ambientale alla portata di tutti, ovviamente nei modi e nei tempi più rispettosi dei ritmi della natura. La coscienza ambientale dei cittadini, soprattutto di quelli più giovani si costruisce attraverso occasioni di istruzione e di informazione come ‘Emozioni in libertà’: occasioni che sono rese possibili dalla sensibilità di quegli operatori turistici e di quegli naturalisti a cui si deve il successo dell’iniziativa”.

I programmi delle osservazioni guidate prevedono il raggiungimento delle località prescelte nel pomeriggio con mezzi propri, una eventuale uscita preserale sul territorio, una cena a base di prodotti tipici locali (molti dei quali inseriti nel “Paniere” della Provincia) e di ricette della tradizione, il pernottamento in un rifugio alpino, la visita guidata nelle prime ore del mattino alla scoperta della fauna, la colazione e il rientro. Tutti i programmi non necessitano di una preparazione fisica particolare, ma l’abbigliamento deve comprendere capi termici e sportivi, calzature da trekking o idonee per percorsi in zone umide (maggiori specificazioni di dettaglio verranno fornite all’atto dell’iscrizione). Per una miglior visione della fauna sono necessari strumenti ottici adeguati.

Per tutte le attività previste dal programma è consigliato l’uso di un abbigliamento da escursionismo per l’alta montagna. Obbligatori scarponi e mantella anti pioggia.

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img