GENOVA – La Guardia di Finanza di Genova ha concluso un’importante attività investigativa nel settore del contrasto al traffico internazionale di sostanze stupefacenti.

Genova-sgominataL’operazione è nata da uno dei controlli di routine che i Finanzieri effettuano quotidianamente nel porto nei confronti di automezzi e passeggeri che sbarcano dai traghetti. L’esperienza dei militari della Guardia di Finanza impiegati nel Porto di Genova ha consentito di selezionare, tra centinaia, un’autovettura proveniente da Tangeri.

All’atto del controllo dell’automezzo, utilizzato da una famiglia apparentemente insospettabile di ritorno da una vacanza, sono stati rinvenuti, occultati all’interno di numerosi doppifondi ricavati con estrema perizia nella carrozzeria, 843 panetti di hashish per un peso complessivo di circa 343 chilogrammi. Il capofamiglia, di origine marocchina, è stato così arrestato in flagranza di reato e ristretto presso la casa circondariale di Marassi.

Dall’operazione antidroga svolta nel Porto di Genova, è scaturita una successiva complessa attività investigativa, in virtù della quale è stato possibile individuare l’effettivo organizzatore del traffico di stupefacenti, un individuo incensurato di origine marocchina residente a Pisa, nei cui confronti è stata eseguita un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Dalle stesse indagini è scaturita una seconda operazione antidroga condotta dai finanzieri in un’area di parcheggio di San Miniato (PI) dove 4 persone, tutte di nazionalità marocchina, sono state colte nell’atto di trasbordare merce da un furgone ad un altro, con modalità alquanto sospette.

All’interno di alcuni borsoni sono stati sequestrati ulteriori 143 chilogrammi di hashish ed i quattro criminali sono stati arrestati in flagranza di reato. Le complesse investigazioni, coordinate dalle Procure della Repubblica di Genova e Pisa, hanno portato complessivamente al sequestro di 486 chilogrammi di droga, oltre a circa 9.000 euro in contanti e due autoveicoli. L’arresto dei 6 malviventi ha consentito così di sgominare un’organizzazione criminale particolarmente attiva in Liguria e Toscana, dedita al traffico internazionale di sostanze stupefacenti.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here