TORINO – Ieri sera, a Piobesi, in provincia di Torino, un operaio di 53 anni, Giorgio Grandis, è morto, dopo essere caduto in un pozzo profondo oltre cinque metri.

pozzoL’uomo, abitava in una villetta in via Castelletto 21, dove in un pezzo di terra attaccato alla villetta bi-famigliare era presente il pozzo adibito per l’irrigazione del giardino. Quando i famigliari, non l’hanno visto rientrare sono andati a cercarlo, e si sono accorti della scala appoggiata al muretto del pozzo dando subito l’allarme. Immediato l’arrivo dei soccorritori,Vigili del Fuoco, 118, e Carabinieri, ma quando l’uomo è stato estratto dal pozzo, era già privo di vita. La Procura di Torino ha aperto un’inchiesta sulla morte di Grandis, per appurare l’esatta dinamica dell’incidente e per stabilire con certezza le cause della morte dovrà infatti essere disposta l’autopsia. Non è chiaro infatti se a causare il decesso sia stata la caduta, oppure se l’uomo sia caduto a causa di un malore o delle esalazioni respirate. Tra le ipotesi avanzate anche quella dell’annegamento: sul fondo, infatti, è presente oltre un metro di acqua e fango. Dalla prima ricostruzione effettuata dai carabinieri, intervenuti sul posto con vigili del fuoco e 118, l’uomo voleva riparare il guasto di una pompa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here