RIVAROLO – Dopo l’esplosione che è avvenuta ieri in uno stabile di via Carducci a Rivarolo Canavese, che ha causato due morti (un uomo nell’esplosione e una donna colta da attacco cardiaco), nella zona è rimasto un po’ di timore.

Sopraluogo Gas 2Oggi pomeriggio, mercoledì 13 agosto, i Vigili del Fuoco di Rivarolo, sono stati chiamati per un “intermittente” odore di gas che si sentiva nella parallela via Solferino. Una squadra è arrivata sul posto, e con loro i tecnici dell’Italgas, che hanno effettuato un accurato controllo, supportati dai Vigili del Fuoco.

Dopo aver testato tutti gli “attacchi” esterni, è intervenuta la ditta Astone Costruzioni, che collabora con l’Italgas, per monitorare il sottosuolo, tramite una serie di perforazioni effettuate sull’asfalto e, successivamente, lo scavo di una buca. Le aperture sono state poi testate con gli appositi apparecchi, dai Vigili del Fuoco, ma non è risultata nessuna fuoriuscita di gas.

Esplosione-Rivarolo-41Sul posto sono anche intervenuti gli Agenti di Polizia Municipale, e il funzionario tecnico comunale, Geometra Maria Teresa Leone, già presenti nella giornata di ieri e questa mattina, per i vari sopralluoghi relativi all’agibilità delle case coinvolte.

La casa di Gianfranco Bollero (da dove è partita l’esplosione) è stata dichiarata totalmente inagibile e ora si trova sotto sequestro. Verrà dissequestrata entro 30 giorni, al termine dei quali si dovrà (chi per lui), provvedere al ripristino delle condizioni di sicurezza.

Per la casa di fianco è stata dichiarata un’inagibilità parziale. La deflagrazione ha determinato il crollo della muratura del sottotetto di divisione tra le due proprietà, nonché lo slittamento di alcuni coppi. È stato quindi dichiarato inagibile un vano.

Infine per la casa che costeggia il lato retrostante e che si affaccia su via Solferino, è stata dichiara l’inagibilità all’accesso principale, per via dei coppi posizionati in maniera pericolante su un pezzo di ondulina.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here