TORINO – Sono più di 1.200 i volontari che hanno già dato la loro disponibilità per l’ostensione della Sindone del 2015.

Per molti il cammino è iniziata ieri, 29 luglio, con la funzione nel duomo di Torino officiata da Don Roberto Gottardo, presidente della Commissione diocesana per la Sindone.

sindone_interaTra i presenti, che hanno ricevuto il saluto della Città dal vicesindaco Elide Tisi, numerosi i “veterani”, con tre, quattro ostensioni al loro attivo. Indossavano con orgoglio la pettorina viola, la loro “divisa d’ordinanza”.

“Contiamo di arrivare almeno a 3.000 – 3.500 volontari, a cui affidare molti compiti di organizzazione dell’evento, dall’accoglienza all’assistenza dei malati”, spiega Corrado Rosi, responsabile dei volontari per la Commissione diocesana per la Sindone. In prevalenza hanno accolto l’invito della diocesi adulti e pensionati.

“Speriamo però in un valido apporto dei giovani. aggiunge Rosi. Il loro ruolo, nell’anno del bicentenario della nascita di don Bosco, è significativo”. I volontari seguiranno un programma di incontri di formazione, generali sul significato dell’ostensione e specifici per ogni compito. “L’impegno medio è di 10 turni sull’intero periodo, conclude Rosi, quindi di un turno a settimana. A tutti chiediamo, nell’accettazione di questo compito, soprattutto altruismo e spirito di servizio”.

sindoneLe date dell’ostensione – Don Roberto Gottardo ha presentato le date indicate dal Custode per l’ostensione del 2015, che il Consiglio ha approvato. L’ostensione si terrà da domenica 19 aprile a mercoledì 24 giugno, festa di san Giovanni Battista patrono di Torino e onomastico di don Bosco. Il periodo previsto è più lungo (67 giorni) rispetto a quello di altre esposizioni del Telo; ma si è voluto, in questo modo, mettere a disposizione l’arco temporale il più ampio possibile sia per la visita del Papa sia per il pellegrinaggio alla Sindone dei giovani che parteciperanno alle varie celebrazioni del Giubileo salesiano. Come è noto Papa Francesco ha assicurato la sua presenza a Torino per venerare la Sindone e onorare la memoria di don Bosco nel bicentenario della nascita; ma non sono ancora state indicate date precise per la sua visita.

 

I membri del Consiglio – Del Consiglio fanno parte: Elide Tisi, vicesindaco di Torino (presidente), don Roberto Gottardo, responsabile della Commissione diocesana per la Sindone, vicepresidente. La diocesi di Torino è poi rappresentata da don Marco Brunetti, direttore dell’ufficio pastorale della Salute; il Comune da Alessandra Gianfrate, capo di gabinetto del sindaco. Per la Provincia c’è l’assessore Marco d’Acri e per la Regione Piemonte l’assessore Alberto Cirio. I Salesiani hanno come riferimento don Enrico Lupano. Per le fondazioni bancarie: Massimo Lapucci, segretario generale della Fondazione CRT e Rosaria Cigliano, responsabile Area Patrimonio Storico – Artistico della Compagnia di San Paolo. Mario Turetta direttore regionale del Ministero dei Beni e Attività Culturali e Turismo.

Il Consiglio ha il compito di coordinare i lavori di preparazione dell’ostensione, secondo le linee indicate dall’Assemblea del Comitato (l’organismo di cui fanno parte l’arcivescovo mons. Nosiglia, il sindaco di Torino, i presidenti di Provincia e Regione, i rappresentanti dei vertici delle fondazioni bancarie e della Direzione Regionale del Ministero dei Beni Culturali. Informazioni sul Comitato a questo link: http://www.sindone.org/santa_sindone/news_e_info/00046827_Costituito_il_Comitato_organizzatore_dell_ostensione.html).

 

Informazioni: press@sindone.org

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here