PALERMO – Eseguito dalla Guardia di Finanza di Palermo un provvedimento di sequestro preventivo emesso dal Gip del tribunale per 104 milioni di euro a carico della Banca d’affari giapponese Nomura.

Nomura_2143_1Indagati manager e consulenti palermitani ai quali sono stati sequestrati immobili, titoli e disponibilità finanziarie in Sardegna, Sicilia, Toscana, Lombardia, Lazio e Liguria. Al termine di un’articolata indagine di polizia giudiziaria – delegata dalla Procura della Repubblica di Palermo, nelle persone dei Pubblici Ministeri Daniele Paci e Sergio Demontis, coordinati dal Procuratore Capo Francesco Messineo e dal Procuratore Aggiunto Leonardo Agueci – il Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Palermo ha dato esecuzione ad un provvedimento di sequestro preventivo per un importo complessivo di 104.534.414,01 di euro emesso dal GIP presso il Tribunale di Palermo, Dott. Piergiorgio Morosini, nei confronti della Banca d’affari internazionale Nomura International PLC, segnalata per l’illecito amministrativo previsto dal decreto legislativo 231/2001, e di 7 persone tra cui 4 managers di Nomura e 3 professionisti palermitani – indagati dei reati previsti e puniti dagli artt. 110 e 640, c. 2 del cp, aggravati dal carattere della transnazionalità di cui all’art. 4 della L. 146/2006.

Le indagini hanno accertato la responsabilità amministrativa della banca d’affari giapponese NOMURA PLC per per i reati di truffa posti in essere da propri funzionari e dirigenti, reato che ha cagionato alla Regione Siciliana un danno che può stimarsi intorno ai 175.000.000 di euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here