ASTI – Due giovani canoisti, che erano impegnati a scendere in canoa da Asti a Venezia, attraverso i fiumi Triversa, Tanaro e Po, hanno trovato nel fondo del torrente astigiano Triversa, un tesoro in argento: bicchieri, tazze, piatti, vassoi,chiusi in un sacco, per un totale di 6 chili di materiale prezioso.

tesoroIl ritrovamento è stato consegnato ai Carabinieri, i quali l’hanno inserito nell’albo pretorio del Comune, e, trascorso un anno, se nessuno ne reclama l’appartenenza, l’intero “tesoro” sarà di proprietà dei due ragazzi. Secondo l’ipotesi più accreditata, dovrebbe trattarsi di un “tesoro del diavolo”. Nel 1988 vi era stata nell’Astigiano un’inchiesta giudiziaria su una setta religiosa facente capo a una “santona”, poi arrestata per truffa. I magistrati avevano accertato gli affiliati per ottenere il diritto di far parte della setta dovevano, tra l’altro, liberarsi di tutte le loro cose di valore in quanto “prodotti del diavolo”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here