RIVAROLO CANAVESE – Il prossimo mercoledì 30 luglio, durante il Consiglio Comunale, convocato per discutere il piano finanziario 2014, il gruppo di opposizione del Movimento 5 Stelle, guidato da Alessandro Chiapetto, presenterà una mozione relativa alla Tasi.

m5s«Ci aspettiamo una seduta molto lunga ed impegnativa – affermano i Cinquestelle – in quanto in votazione oltre al bilancio verranno portati anche una ventina di delibere e regolamenti tributari, questi ultimi purtroppo mai transitati e discussi nelle dovute Commissioni malgrado siano proprio essi stessi nodo fondamentale per la definizione del bilancio dell’Ente. Le aliquote IUC, TASI e TARI sono infatti state stabilite senza consultare minimamente le opposizioni così come i regolamenti che disciplinano le imposte stesse. Dal momento che a bilancio già preconfezionato non ci è stato possibile intervenire sulle aliquote, pena il disequilibrio dello stesso, il M5S di Rivarolo ha deciso di proporre una mozione per chiedere al Consiglio di variare l’unico punto che non apporterebbe squilibri: la ripartizione del tributo TASI tra locatore e affittuario.»

E spiegano: «L’imposta sui servizi indivisibili, come da regolamento previsto dall’Amministrazione Rostagno, graverebbe infatti per il 30% sull’affittuario. Pertanto, visto che come dimostrano le statistiche sono proprio i soggetti meno abbienti ad utilizzare principalmente le abitazioni in locazione e che il perdurare della crisi sta mettendo in seria difficoltà le famiglie italiane ed in modo particolare le fasce più deboli, abbiamo ritenuto giusto proporre l’abbassamento dell’imposta a carico del conduttore al 15% relativamente alle unità abitative di categoria A/2, A/3, A/4, A/5, A/6, A/7 destinate ad abitazione principale lasciando inalterato il valore precedente per tutte le altre categorie immobiliari. Quindi, – concludono – seppur con l’amaro in bocca relativamente alla mancata possibilità di aver partecipato alla discussione di regolamenti e tariffe, confidiamo che il Consiglio Comunale si esprima favorevolmente o che, perlomeno, intenda trovare un compromesso tra la nostra proposta e quanto attualmente deliberato dalla Giunta.»

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here