OMEGNA – Il titolare di una agenzia di viaggio molto attiva sulla rete è stato indagato apiede libero dalla polizia di Omegna

asiaper aver veduto pacchetti vacanze, molto costosi, ma al momento della partenza, gli ignari clienti si accorgevano che non c’era nessuna prenotazione a loro nome. A far scattare l’indagine è stata la denuncia di due ragazzi, che hanno sborsato 3 mila euro per le finte vacanze. E’ probabile che siano decine le truffe compiute.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here