mercoledì 21 Aprile 2021

PIEMONTE – Cresce l’aggressiva pubblicità telefonica

[label style=”important”]Ascolta l’articolo[/label][audiotube id=”9y2QTwUem2s” tiny=”yes”]

PIEMONTE – Sta crescendo in maniera esponenziale l’aggressiva pubblicità telefonica.

Patrizia Polliotto

A rilevarlo è Patrizia Polliotto, Presidente e Fondatore del Comitato Regionale del Piemonte dell’Unione Nazionale Consumatori, dal 1955 a oggi la prima, più antica e autorevole associazione consumeristica italiana, Componente il Comitato di Gestione della Compagnia di San Paolo, del Cda di F.S.U. (Capogruppo di Iren Spa) nonchè AD di Icarus CMFS (Società del Gruppo Finmeccanica), che dichiara:

“La pubblicità aggressiva telefonica, consistente nella ricezione involontaria di chiamate da parte di fonie registrate, voci guida e operatori di telemarketing e teleselling anche e soprattutto in orari inopportuni sia un fenomeno in preoccupante crescita, stante il numero rilevante di chiamate giunte ai centralini dell’Unione Nazionale Consumatori. Invitiamo pertanto coloro che fossero oggetto di tali azioni di disturbo a rivolgersi allo 011 5611800 per segnalare l’accaduto e predisporre le opportune cautele. – Dichiara il noto legale – Moltissime le segnalazioni pervenuteci in queste ultime settimane dalle varie province piemontesi, fra cui Asti, Cuneo, Novara, Biella”, conclude l’Avvocato Patrizia Polliotto.

Leggi anche...

spot_img