[label style=”important”]Ascolta l’articolo[/label][audiotube id=”2vMTccMshMg” tiny=”yes”]

TORINO – Durante la perquisizione in una cella del carcere di Torino nella quale era detenuti due cittadini albanesi, sono stati trovati due telefoni cellulari.

cartello-carceriA darne notizia è il Sappe, Sindacato autonomo di polizia penitenziaria, che chiede all’amministrazione penitenziaria “interventi concreti per contrastare l’indebito uso di telefoni cellulari o altra strumentazione elettronica da parte dei detenuti nei penitenziari italiani, dotando quindi i Reparti di adeguata strumentazione tecnologica “.

Secondo il segretario generale del Sappe, Donato Capece, chiede di “schermare” gli istituti penitenziari e di dotare tutti i reparti di appositi rilevatori di telefoni cellulari “per ristabilire serenità lavorativa ed efficienza istituzionale, anche attraverso adeguati ed urgenti stanziamenti finanziari”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here