ROMA – Ucciso in casa a colpi di pistola, in una zona residenziale di Roma, Silvio Fanella, già condannato a 9 anni di reclusione nel processo per la maxitruffa di Fastweb-Telecom Italia Sparkle. Fanella era legato a Gennaro Mokbel, imprenditore al centro di numerose inchieste, ritenuto una delle menti del raggiro.  Un altro uomo, ferito al bacino e alle gambe, è stato soccorso in strada nei pressi del palazzo dove e’ avvenuto l’omicidio. Due persone state viste scappare su un’auto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here