[label style=”important”]Ascolta l’articolo[/label][audiotube id=”yWugRvQ98-c” tiny=”yes”]

CUORGNÈ – Grande attenzione da parte del Sindaco di Cuorgnè Beppe Pezzetto, rivolta all’inciviltà di alcuni cittadini che gettano nei boschi e lungo le strade di tutto il Canavese, rifiuti di ogni genere: basta percorrere la SS 460 che collega l’Alto Canavese a Torino per farsene un’idea.

TAGGAILMAIALE02Il primo cittadino cuorgnatese ha deciso di affrontare di petto una situazione lanciando una campagna che chiede la collaborazione dei cittadini per segnalare questi gesti di inciviltà dando a chi li compie ha una definizione ed un logo molto chiaro: # TAGGA IL MAIALE. Uno slogan diretto, immediato e al tempo stesso, adeguato al linguaggio moderno dei social.

«Dobbiamo tutti insieme impegnarci per avere maggior rispetto dei luoghi pubblici, – afferma Pezzetto – ognuno deve fare la propria parte, abbiamo chiesto alla società che si occupa della raccolta rifiuti di essere più attenta e puntuale nello svolgere il proprio compito, vogliamo intensificare l’attività di formazione verso le nuove generazioni, ma abbiamo anche il dovere di segnalare quei cittadini, fortunatamente pochi, che non hanno il minimo senso civico e abbandonano rifiuti dove capita. Ognuno di noi deve diventare cittadino più consapevole. Quasi tutti hanno a disposizione la possibilità di fotografare e segnalare questi gesti di inciviltà, che danneggiano tutti – prosegue – non si tratta di violare la libertà dei singoli, si tratta di identificare quei pochi che rovinano la qualità della vita e la bellezza di questi nostri luoghi che sono un patrimonio inestimabile per tutti noi e per le generazioni future».

Da qui nasce l’idea di sviluppare, all’interno del sito del Comune www.comune.cuorgne.to.it un apposito luogo per segnalare con immagini e segnalazioni agli uffici competenti chi non si comporta in modo civile.

Uno spazio che nel tempo è destinato ad ampliarsi ad altre campagne di segnalazione da parte dei cittadini (ricordiamo quella “Non si vede” per segnalare il cattivo funzionamento dei segnali televisivi).

«Serve una maggiore presa di coscienza ed un maggior senso civico da parte di tutti, amministratori in primis, – precisa – dobbiamo aprire nuovi canali e nuove forme di comunicazione con i cittadini, e per far questo in un modo semplice ma organizzato ed ordinato, abbiamo bisogno anche di usare al meglio i nuovi strumenti di comunicazione. Ovviamente garantiamo l’anonimato, le informazioni giungeranno direttamente agli uffici preposti. Ribadisco che solo con un maggiore spirito di senso civico e collaborazione potremo avere luoghi da frequentare, più puliti. I cittadini incivili, – conclude Pezzetto – quelli che sporcano le nostre Città, ed i nostri boschi e sentieri, quelli che non hanno cura dei propri animali quando vengono portati in giro, sono avvertiti: d’ora in avanti rischiano di essere “taggati”».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here