Guarda il servizio [label style=”important”]Ascolta l’articolo[/label][audiotube id=”W6jEiVNuqy8″ tiny=”yes”]

CIRIÈ – Presso la Pediatria dell’Ospedale di Ciriè, diretta dal dottor Adalberto Brach del Prever, la madrina dell’iniziativa “Aiutaci a controllare un cuore che batte”, Cristina Chiabotto, ha consegnato al Presidente dell’Associazione Ospedale Dolce Casa, Fabrizio Ceccarelli, gli “assegni” da circa 40 mila euro complessivi della raccolta fondi.

cirie pediatriaSono intervenuti Luigino Raimondi, Responsabile Territorio Nord Ovest di UniCredit SubitoCasa, Graziella Adorno, Direttore Area Commerciale Canavese di UniCredit, e Flavio Boraso, Direttore Generale dell’ASL TO4.

“Aiutaci a controllare un Cuore che batte” è l’iniziativa, dell’Associazione Ospedale Dolce Casa, creata per raccogliere i fondi necessari per dotare il reparto di Pediatria e Neonatologia dell’Ospedale di Ciriè di apparecchiature per il controllo dei parametri vitali dei piccoli ricoverati. Il progetto, con il patrocinio del Comune di Ciriè, è stato realizzato con la collaborazione di UniCredit, dell’Associazione Ospedale Dolce Casa, dell’Associazione Una Scuola per Martina Onlus, della Croce Rossa di Fiano e dell’Associazione Wolontari Clown.

Guarda l’Intervista a Flavio Boraso, Direttore Generale Asl To4, a Cristina Chiabotto e a Graziella Adorno, Direttore Area Commerciale Canavese di UniCredit.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here