Guarda il servizio [label style=”important”]Ascolta l’articolo[/label][audiotube id=”O0fX9FYKgW8″ tiny=”yes”]

CUORGNÈ – Chiesa gremita domenica 29 giugno, per festeggiare don Nicola Faletti, infaticabile anima dell’istituto salesiano Giusto Morgando di Cuorgnè.

don-Faletti-11Il Parroco di Provincia tanto amato da tutti, che con i suoi 97 anni, lucidità ed entusiasmo, ha ricevuto la cittadinanza onoraria dal Comune di Cuorgnè, per il suo operato.

La Santa Messa, celebrata nella Parrocchia di San Dalmazzo, anche per festeggiare i 70 anni di sacerdozio che ricorreranno il 2 luglio, è stata officiata, oltre che da don Stefano Turi, dal Cardinale Tarcisio Bertone, il quale, appellando, don Nicola Faletti “maestro”, ha ripercorso gli anni vissuti con lui a San Benigno, durante il noviziato.

Don Nicola Faletti, dall’altare, ha ringraziato tutti, raccontando il divertente aneddoto di quando, passando con la sua panda blu, la gente si stupiva perché sembrava non ci fosse il conducente: non essendo molto alto, non si vedeva. Un ricordo è andato ai suoi genitori, dai quali è nata la sua vocazione.

Dopo la Messa, il corteo guidato dalla banda, si è trasferito in Comune, dove si è svolta la cerimonia per la cittadinanza onoraria.

Il Consigliere Silvia Leto, che conosce don Nicola Faletti sin da bambina, ha raccontato, commossa, il ruolo che il buon sacerdote ha ricoperto nella sua vita.

Presenti alla cerimonia i Sindaci delle città a lui legate: San Raffaele Cimena, dove nacque nel 1917, Castelnuovo Nigra e Oliva Gessi, in provincia di Pavia, con l’omaggio del Sindaco Giuseppe Ascagni e il racconto del loro primo incontro.

Il Sindaco Beppe Pezzetto, nel “battezzarlo” cittadino onorario, ha rimarcato tutto il bene che don Faletti ha fatto per la comunità, aiutando sempre i bisognosi senza mai discriminazione alcuna.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here