Foto d'archivio
[label style=”important”]Ascolta l’articolo[/label][audiotube id=”uZmM-OhcLoU” tiny=”yes”] [label style=”important”]Ascolta l’aggiornamento[/label][audiotube id=”GtwQ7BkDQNc” tiny=”yes”]

NOVARA – Nella notte a Novara, una donna cinquantenne è morta intossicata nell’incendio del suo appartamento, in via Prestinari, nel quartiere di Sant’Antonio. 

vigili-del-fuoco-nottLa vittima è stata sorpresa dalle fiamme nel suo appartamento al piano rialzato e non è più riuscita a uscire dall’abitazione.  Nonostante il pronto intervento dei vigili del fuoco, che l’hanno soccorsa e aiutata ad uscire di casa, la donna è morta all’ospedale Maggiore dopo alcune ore.

AGGIORNAMENTO – Si chiamava Daniela Poletti ed aveva 47 anni la donna morta in ospedale per l’intossicazione subita nell’incendio della sua abitazione alla periferia di Novara. Viveva con il marito in una casetta a due piani in via Prestinari dove tra mezzanotte e l’una si e’ sviluppato un violento incendio. L’allarme e’ stato immediato, ma quando i vigili del fuoco sono riusciti a soccorrere la coppia, Daniela Poletti aveva già riportato gravi danni alla salute. Condotta in ospedale, i medici hanno riscontrato una gravissima intossicazione da fumo: la donna è stata condotta alla camera iperbarica della clinica ‘I cedri’ di Fara. Le sue condizioni, tuttavia, erano disperate e questa mattina ha cessato di vivere. Il marito, invece, non ha subito conseguenze nel rogo della casa. Le indagini sono condotte dalla Squadra Mobile della Questura di Novara: una prima e sommaria ricostruzione condotta dagli esperti dei vigili del fuoco ipotizza, come causa, un corto circuito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here