lunedì 19 Aprile 2021

Casa Museo Allaira chiede al Comune di ricordare l’ex-sindaco

[label style=”important”]Ascolta l’articolo[/label][audiotube id=”lIO9gXVrT0o” tiny=”yes”]

CASTELLAMONTE – Importanti festeggiamenti si apprestano a far gli eredi per la celebrazione per i 100 anni dall’elezione del sindaco Giovanni Allaira, il borgomastro castellamontese che ha guidato la comunità nel periodo a cavallo tra l’inizio e la conclusione della Grande Guerra, esattamente tra il 1914 e il 1920.

“Quello che chiediamo – dicono gli eredi del ragionier Allaira, un vero e proprio simbolo della città della Ceramica- è che ci venga detto espressamente se c’è l’interesse nel realizzare un qualche evento per ricordare il 23° primo cittadino, un uomo che ha lasciato un segno indelebile nelle vita, nella storia, nella cultura di questa realtà canavesana”.

In una missiva dettagliata, la Casa Museo ha fatto una serie di proposte: “Il Consiglio- si legge – dovrebbe dedicare alla memoria di un Sindaco che ha affrontato tutto lo svolgimento della Prima Guerra Mondiale con opere di assistenza ai combattenti, ma in particolar modo, alle loro famiglie che erano rimaste senza alcun sussidio e che hanno permesso loro di superare quella grave calamità, una strada, una piazza o un vicolo a futura testimonianza. Prevedere, poi ,una targa da applicare nella sala consigliare, nonché organizzare una giornata, per la precisione il 26 luglio, cioè quando fu eletto Sindaco, nel Salone Martinetti per la presentazione del Cavalier Giovanni Allaira, nonché un ordine del giorno diretto a tutto il Consiglio comunale per ottenere una delibera all’unanimità ”.

Leggi anche...

spot_img