lunedì 19 Aprile 2021

Libera presenta alle liste la piattaforma L6Rivarolo (con video)

Guarda il servizio

[label style=”important”]Ascolta l’articolo[/label][audiotube id=”MltKtsuvtdU” tiny=”yes”]

RIVAROLO CANAVESE – Si chiama L6Rivarolo, la piattaforma realizzata da Libera, presidio “Luigi Ioculano” di Cuorgnè, appositamente approntata per Rivarolo.

Presentata a tutte le liste candidate, la piattaforma consiste in un protocollo suddiviso in sei punti, che i candidati Sindaci dovranno firmare. Non è obbligatoria l’accettazione dell’intero protocollo: i punti potranno essere sottoscritti disgiuntamente.

Se ne discuterà lunedì 12 maggio davanti ai cittadini, quando i candidati dovranno spiegare alla cittadinanza i motivi che gli hanno spinti a non sottoscrivere determinati punti.

Un protocollo articolato dove si alternano “regole” generali, proprie di Libera, e altre studiate appositamente per il comune commissariato, come ad esempio “…che il comune si impegni a fare chiarezza circa la situazione finanziaria e gestionale dell’ex azienda multi utiliy Asa e della municipalizzata Rivarolo Futura”. Ma il punto che più fa discutere è la richiesta di non candidare Sindaco, assessori e consiglieri di maggioranza provenienti dal precedente consiglio comunale sciolto per presunti condizionamenti mafiosi. Richiesta che non verrà certamente avallata dalle liste Riparolium e Rivarolo e Frazioni, anche perché ciò comporterebbe il ritiro dei candidati Sindaci (ex assessori della giunta Bertot), oltre che di qualche altro candidato consigliere.

La piattaforma, in passato già approntata per Ivrea e Chivasso, verrà presentata anche a Leinì, altro comune commissariato, ma con punti differenti, studiati ad oc per la città, anche se, con ogni probabilità, ciò avverrà in  periodo post elettorale.

I candidati alle elezioni Regionali, dovranno invece sottoscrivere la piattaforma L7.

Guarda il servizio.

Leggi anche...

spot_img