domenica 5 Dicembre 2021
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img

Rivarolo Canavese: Mercoledì 30 aprile si parla di Etica Sportiva

[label style=”important”]Ascolta l’articolo[/label][audiotube id=”vhGIJuJEQlk” tiny=”yes”]

RIVAROLO CANAVESE – Mercoledì 30 aprile, alle 20,30, presso la sala congressi dell’Hotel Rivarolo, si terrà un seminario intitolato ”Aspettando il Giro a Rivarolo….parliamo di etica nello sport ai giovani di ogni eta”’.

L’evento, nato con l’obiettivo di approcciare con la corretta visuale un grande evento sportivo, quello del Giro d’Italia, è stato organizzato dalle societa’ Asd Rivarolo Canavese Volley, Ssd Rivarolese 2009 e Rem Bu Kan Karate, con il patrocinio del Comune di Rivarolo Canavese.

A due passi dalla linea d’arrivo della tappa Fossano-Rivarolo Canavese della corsa rosa, in calendario per il prossimo venerdi’ 23 maggio, saranno analizzate, a beneficio innanzitutto di studenti delle scuole medie superiori, famiglie, giovani atleti e tecnici delle società sportive, tematiche per interpretare in modo razionale, e quindi formativo delle individualità, l’attività agonistica.

L’evento della cittadina canavesana rappresenta una continuità col recente convegno ”Giustizia e Sport” tenutosi al tribunale di Torino la cui mission è di fornire linee guida per non dissociare mai il principio della legalità dalla pratica sportiva.

A Rivarolo, con la prontezza degli organizzatori guidati da Vitaliano De Gregorio e Domenico Barbuto, il discorso continuerà attraverso i contributi dell’avvocato Monica Spriano, rappresentante dell’Associazione Maged (Magistrati Avvocati Europee Giuriste Donne) e di Fabio Provera (Asd Sapientiae Motusque) che presenterà gli sviluppi recentissimi del progetto maglia etica-antidoping, iniziativa a tutela del ciclismo credibile che prevede l’accettazione di test sanitari volontari da parte dei corridori chi conquistano i traguardi volanti nelle corse.

L’aderenza del discorso maglia etica-antidoping, che ha appena inaugurato il patrocinio del Coni nel recente Trofeo Edil C, gara internazionale dilettanti Elite-Under23 svoltasi lo scorso 12 aprile a Collecchio (Parma), all’arrivo del Giro d’Italia sarà approfondita da Andrea Desana, delegato Piemonte-Valle d’Aosta dell’Unione Veterani dello Sport, l’ente morale che sostiene il progetto in virtù della sua funzione di favorire la crescita dei giovani attraverso la cultura del sano agonismo senza scorciatoie e compromessi.

La disamina si allargherà poi all’etica nell’immenso universo calcistico,  con l’intervento dell’agente Fifa Luca Vargiù, e di uno sport profondamente radicato nella pratica giovanile sia al maschile sia al femminile come la pallavolo, grazie alla relazione di Ezio Ferro, presidente regionale Piemonte di Federvolley.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img