Guarda il servizio

IVREA –  “L’albero sonoro”, innovativo percorso didattico voluto fortemente dall’Associazione Culturale Miscela è stato presentato alle scuole con la collaborazione del Gruppo Giovani Imprenditori del Canavese e con quella della dirigenza scolastica dell’Istituto A. Gramsci.

gramsciL’idea originale concepita da Olivetti e dal musicista rivoluzionario John Cage prevedeva la sonorizzazione delle piante di un parco attraverso la collocazione sugli alberi di diffusori sonori, l’interpretazione più moderna (sviluppata da una idea di Francesca Cola e dall’Associazione Miscela) prevede la realizzazione di un unico “Albero Sonoro” artificiale. L’opera assumerà le sembianze di un albero e conterrà al suo interno un sistema informatico e un archivio elettronico, suddiviso per categorie, in grado di offrire agli utenti contenuti multimediali gratuiti e sempre aggiornati.

Una struttura tecnologicamente avanzata dal design accattivante con numerosi punti di accesso visivi e uditivi per gli utenti, un “albero digitale” alimentato ad energia alternativa e realizzato con materiale di recupero.

”L’ Albero Sonoro” non vuole essere solamente un progetto scolastico finalizzato a se stesso, diventerà uno strumento in grado di contribuire all’arricchimento del patrimonio storico-culturale e sociale della città di Ivrea. Una vera e propria opera d’arte contemporanea in grado di offrire un servizio attivo e diventare punto attrattivo e interattivo di fruizione di arte e informazioni, per gli eporediesi e per i turisti.

Questo e molto altro sarà sviluppato dai ragazzi del liceo A. Gramsci a partire dall’anno scolastico 2014/2015, un percorso strutturato della durata di tre anni che vedrà i giovani come protagonisti assoluti, affiancati dagli imprenditori locali e dall’impresa culturale senza fine di Miscela.

Il primo progetto di questo tipo in canavese nato con lo scopo ben preciso di far nascere, crescere e rafforzare le potenzialità imprenditoriali del territorio a partire dai giovani e dalla cultura. Un nuovo modello didattico per stimolare la creatività delle nuove generazioni e che grazie alle aziende locali contribuirà a fornire nozioni utili alla progettazione e alla gestione strutturata dei team di lavoro.

Guarda l’intervista a Daniela Vaio, Dirigente Scolastico; Diego Manconi, Associazione Culturale Miscela e a Lucia Lorenzi, Presidente Gruppo Giovani Imprenditori del Canavese.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here