lunedì 24 Gennaio 2022
spot_img
spot_img

CICLISMO: È mancato Silvio Boni (con video)

Guarda il Video

CICLISMO – L’ultima apparizione pubblica il mese scorso, in occasione della presentazione delle tappe canavesane del Giro d’Italia 2014, giro che purtroppo non vedrà. Silvio Boni, ex ciclista, si è spento a 71 anni nella serata di giovedì 13 marzo nella sua casa in frazione Spineto.

Silvio Boni, il secondo da sinistra

Boni, da allievo nel ’60, con la cuorgnatese Trione, vince otto volte e batte Felice Gimondi nella Monza-Ghisallo, nonché si impone ad Alice nel GP Olivetti. Da dilettante, nel ’61, fa suo l’Arduino Casale, a Lessolo sotto la grandine, e altre due corse.  Nel 1962, passato al Vallese, si aggiudica la Castellamonte-Cogne e l’anno dopo, alla Settimese Ulla, è nove volte primo, protagonista al Giro della Val d’Aosta (due tappe vinte, maglia bianca per due giorni e quinto posto finale).

Silvio Boni passa al professionismo nella Legnano diretta da Eberardo Pavesi. Si piazza quinto alla Coppa Bernocchi ’64, quarto al Gran Premio Industria e commercio e quinto al Giro di Toscana del ’65.

Nel 1966 l’atleta di Spineto corre con la Sanson, agli ordini di Zilioli e Balmamion. Ancora un momento di gloria al Giro di Sardegna, dove vince il Gran Premio della Montagna.  «Successivamente fu un anno di puro gregariato, privo di occasioni per mettermi in luce e per giunta molto faticoso» confesserà Boni durante un’intervista di qualche anno fa. Tanto che a fine stagione smetterà di correre.

Su facebook gli amici scrivono: “…è mancato Silvio Boni uno dei più forti ciclisti che il Canavese abbia avuto, una persona, mite e cordiale, attaccato al suo paese ed allo sport .Tutti gli appassionati di ciclismo e gli sportivi Canavesani Ti ricorderanno sempre. Ciao Silvio.”

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img