CHIAVERANO – Chiusura temporanea da oggi, lunedì 10 febbraio, della  Scuola Materna Avondoglio per il tempo necessario all’esecuzione di ulteriori analisi ed eventuali lavori di rimozione delle fibre di lana minerale trovate nell’intonaco.

panorama chiaverano

Questa decisione è stata determinata dalla necessità di tutelare al meglio la salute dei bambini e dei lavoratori della Scuola Materna in quanto è pervenuta al Comune una relazione dell’ARPA Piemonte che segnala la presenza di fibre minerali potenzialmente pericolose, pur escludendo la presenza di amianto, nell’intonaco del salone principale della Scuola Materna mentre sono esclusi problemi per quanto riguarda la Scuola Elementare.

L’intonaco esaminato è stato posato nel Settembre 2006 con funzionalità di isolamento acustico e, come risulta dalla documentazione disponibile presso il Comune, il Direttore Lavori aveva certificato la corretta esecuzione dei lavori ed aveva fornito le previste certificazioni sul materiali usati.

Una prima comunicazione della Direzione Didattica del Febbraio 2013, inoltrata all’Ufficio Tecnico del Comune, segnalava il distacco di piccole parti dell’intonaco e, quindi, si richiedeva di verificare l’idoneità del materiale utilizzato. L’ufficio Tecnico effettuava la verifica richiesta controllando la documentazione relativa ai lavori effettuati nel 2006 trovando tutta la documentazione prevista e, trattandosi di lavori eseguiti da poco tempo, riteneva tutto regolare.

Successivamente, nel Novembre 2013, veniva inviata una seconda richiesta di verifica, anche a seguito di un sopralluogo effettuato dal Responsabile della Sicurezza della Direzione Didattica.

Il Responsabile dell’Ufficio Tecnico del Comune decideva allora, pur in presenza di lavori regolarmente eseguiti e certificati, di richiedere un controllo da parte dell’ARPA sugli intonaci della Scuola Materna ed Elementare.

L’ARPA eseguiva i controlli nello stesso mese di Novembre e poi, trovando la presenza di fibre minerali nella Scuola Materna, effettuava un ulteriore controllo nel mese di Gennaio.

Il 6 febbraio l’ARPA ha inviato al Comune la relazione che è stata presa in esame dal tecnico il pomeriggio del giorno 7 e portata all’attenzione del Sindaco sabato 8 Febbraio.

Considerato che nella relazione si evidenzia un pericolo, sia pure “potenziale” e quindi non certo e non dimostrabile, il Sindaco ha ritenuto di emettere un’ordinanza urgente per la chiusura della Scuola Materna in attesa di adottare ulteriori decisioni per risolvere il problema.

Nella stessa mattinata è stata contattata l’ASL richiedendo il loro intervento urgente per una ulteriore verifica in modo da accertare la effettiva pericolosità dell’intonaco.

Il tecnico ASL intervenuto ha confermato la segnalazione dell’ARPA e cioè che si è in presenza di un potenziale pericolo nel caso di inalazione di fibre minerali molto piccole.

Tuttavia, non essendo a tutt’oggi dimostrata la reale pericolosità, non è previsto obbligo di rimozione anche se, considerato che si tratta di una Scuola Materna, in via prudenziale si consiglia comunque la rimozione.

Come già deciso immediatamente dopo l’emissione dell’ordinanza di chiusura, è stata avviata con urgenza la ricerca di una ditta specializzata nel trattamento di materiali di questo tipo.

La Ditta è già stata contattata e domani pomeriggio farà un sopralluogo sul posto e, qualora non venissero riscontrati problemi particolari, nel corso della settimana inizieranno i lavori. Dopo il sopralluogo della ditta potrà essere stilato anche il piano dei lavori e quindi la stima dei tempi necessari.

L’Amministrazione Comunale, in merito alla presunta pericolosità,  fa presente che il materiale utilizzato dispone di certificazioni riportanti il marchio CE e il marchio IMQ. Inoltre, questo materiale a tutt’oggi è regolarmente venduto e utilizzato in quanto non è classificato come pericoloso.

Parallelamente è stata avviata la procedura per lo spostamento provvisorio dei bambini. La prima scelta è quella di spostarli presso la Scuola Elementare. Si è quindi trasmessa già questa mattina all’ASL la richiesta di autorizzazione per aggiungere 60 bambini più i lavoratori in un edificio che già ne ospita 90.

L’autorizzazione dell’ASL è indispensabile in quanto il numero totale di presenze supera i limiti di Legge e, inoltre, la Scuola Elementare, ad esempio per i bagni, non è strutturata per bambini da 3 a 6 anni.

Trattandosi tuttavia di una condizione di emergenza, l’ASL dovrebbe concedere l’autorizzazione provvisoria anche se, ma non abbiamo alternative migliori, la coabitazione della Materna con la Elementare porterà indubbiamente a problemi di gestione e coabitazione.

Per dar modo a tutti i genitori dei bambini della Scuola Materna di essere informati sulle ragioni che hanno portato alla chiusura temporanea della stessa è indetta una Assemblea pubblica per il giorno MERCOLEDI’ 12 FEBBRAIO ALLE ORE 21 presso l’Ecomuseo di Chiaverano in Corso Centrale, 53.

Saranno presenti: il Sindaco Maurizio Fiorentini, la Direttrice dell’Istituto Comprensivo Anna Piovano, il Responsabile Tecnico Comunale Fabio Mascara, il RSPP dell’Istituto Comprensivo Paolo Pieri.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here