TORINO– La procura di Torino ha chiuso l’inchiesta sulle mozzarelle che fuori dalle confezioni assumevano una colorazione blu.

mozzarella-bluQuattro gli indagati, due tedeschi e due italiani: i pm Raffaele Guariniello e Ciro Santoriello ipotizzano i reati di vendita di alimenti non genuini e commercio di alimenti in cattivo stato di conservazione. Il colore blu, è stato accertato, è causato dalla presenza di batteri nelle acque di pozzo usate nella lavorazione.

Decine i casi segnalati dal 2010 in tutta Italia. Oltre alle quattro persone, alti dirigenti della Jaeger, che ha sede in Alta Baviera, della Granarolo, e della LatBri, sono state chiamate in giudizio le società in qualità di responsabili amministrativi. Tra i batteri trovati analizzando le decine di mozzarelle sequestrate in Italia ci sono lo pseudomonas, l’enterobacter cloacae e l’escherichia coli. I casi denunciati, intanto, non si sono fermati, anche se sono diventati più occasionali.

Proprio ierii ne è arrivato in Procura uno riguardante una burrata venduta in un supermercato di Torino, che ha assunto una colorazione blu.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here