CANOTTAGGIO – Il 2013 è stato un anno ricchissimo di gioie per il canottaggio piemontese, che per un’altra stagione ha aggiunto importanti medaglie di caratura internazionale e nazionale al proprio palmares.

premiatiGli atleti iridati hanno già ricevuto i primi riconoscimenti, cui, come consuetudine, si andrà ad aggiungere il “Premio Talento” assegnato dal CONI Piemonte, che quest’anno verrà riconosciuto a ben 9 atleti distintisi nel corso del 2013.

A Guido Gravina (Cerea), Michele Quaranta (Sisport Fiat), Francesco Pegoraro (Sisport Fiat) ed Alin Zaharia (Caprera) verrà assegnato il premio internazionale in virtù della vittoria del titolo mondiale, mentre a Vittorio Serralunga (Cerea), Luca Lovisolo (Cerea), Alessandro Visentini (Esperia), Riccardo Italiano (Esperia) ed Alberto Di Seyssel (Armida) verrà assegnato il premio nazionale, in virtù dei titoli di Campione D’Italia conseguiti.

Per il primo anno inoltre, verrà riconosciuto a Massimo Prandini (Sisport Fiat) il titolo di tecnico piemontese dell’anno, titolo che mai, in passato, è stato assegnato ad un allenatore di canottaggio.

La premiazione avverrà durante l’Inaugurazione dell’Anno Sportivo Piemontese che si svolgerà Venerdì 24 Gennaio alle 17, presso il Museo Nazionale dell’Automobile di Torino, alla presenza del Presidente Nazionale del CONI Giovanni Malagò.

Massimo Prandini, insieme a Vittorio Altobelli (allenatore della Caprera e collaboratore del settore Punta maschile della Nazionale Italiana di Canottaggio) ed Andrea Loiurio (Cerea) saranno inoltre premiati in virtù delle vittorie dei Campionati del Mondo in occasione dell‘Assemblea Ordinaria dell’Associazione Nazionale degli Allenatori di Canottaggio (ANAC), che si svolgerà a Firenze domenica 9 febbraio 2014.

Si tratta di un grande successo per il nostro sport che premia il lavoro dei nostri valorosi atleti, dei tecnici, dei dirigenti e di tutti i moltissimi volontari che ogni giorno lavorano nelle società, così consentendo di raggiungere questi grandissimi risultati.