Guarda il Video

CASTELLAMONTE – Martedì sera si è tenuto a Castellamonte, presso la sala consiliare, un incontro per discutere, con i cittadini, circa la situazione in cui verte la discarica di Vespia.

Incontro-VespiaLa serata, organizzata dal comune su richiesta di un gruppo di abitanti della frazione di Preparetto (ai quali si sono uniti quelli di Campo e Muriaglio, già da tempo in “lotta” per la questione discarica), ha visto la partecipazione, oltre che dell’amministrazione comunale, dell’AtoR (Paolo Foietta, Presidente, e Riccardo Civera, Direttore), dell’Arpa (Bortolon e Moretto), dell’Assessore Provinciale all’Ambiente Roberto Ronco e dell’Agrigarden (il Titolare Roberto Fasano e Fulvio Isè, Direttore Tecnico), la ditta che ha preso acquistato la discarica.

Un incontro pacato, dove tutte le parti si sono pronunciate; i cittadini sono stati rassicurati sulla situazione e coinvolti nella costituzione di un tavolo tecnico con una rappresentanza dei cittadini, che si riunirà il 31 gennaio.

Agrigarden ha presentato, lo scorso 30 dicembre, il Piano di Caratterizzazione, contenente le indicazioni su come intervenire per eliminare le criticità della discarica; piano che già avrebbe dovuto fare, a suo tempo Asa. Il Comune ha convocato per il 3 febbraio la Conferenza dei Servizi con Regione Piemonte, Provincia, Arpa e Asl, e l’incontro fissato per fine gennaio servirà proprio in preparazione della conferenza.

«Ora – ha affermato il vice Sindaco Giovanni Maddio – stiamo espletando le incombenze che prima non abbiamo potuto fare perché non avevamo l’interlocutore, nessuno gestiva la discarica.»