RIVAROLO CANAVESE – La centralina mobile per il monitoraggio della qualità dell’aria, promessa dall’Arpa, sarà operativa dal 9 gennaio sino al 5 febbraio.

ciminiera-centrale-1La campagna di rilevamenti riprenderà poi nel periodo estivo per la durata di un altro mese.
«Un problema ancora irrisolto – scrivono su Facebook i membri del Comitato Non Bruciamoci il Futuro – consiste nel fatto che l’Arpa ha scelto di collocarla presso il parcheggio di via Montenero, mentre Il Comitato ha osservato che all’interno del territorio urbano, la zona di massima intensità di traffico veicolare insiste lungo il tratto corso Indipendenza e intersezione con corso Italia, considerato inoltre che in ragione dell’Ordinanza 216 del 19/12/2005 tutto il traffico pesante ha l’obbligo di transitare lungo la stessa direttiva, il Comitato riterrebbe necessario una richiesta ad Arpa circa le ragioni che sono alla base della loro scelta di collocare la centralina mobile presso il parcheggio di via Montenero. Premesso – concludono – che sarebbe stato necessario predisporre un accurato monitoraggio dell’aria prima e dopo l’entrata in funzione della Centrale per poterne pesare l’impatto, in ogni caso pensiamo che un monitoraggio effettuato in un punto di massima criticità presunta, possa meglio fornire alla Cittadinanza le necessarie garanzie informative circa gli eventuali rischi per la salute.»

Come richiesto dal Comitato è ora operativa anche la telecamera, posizionata, dall’Amministrazione Comunale, sulla facciata del Salone Comunale all’interno del piazzale ex Vallesusa, per rendere più sicuro un luogo molto appartato e per monitorare il traffico sul piazzale.