IVREA – Sono terminati i lavori di rinnovamento della Medicina Nucleare dell’Ospedale di Ivrea, attività fondamentale nel processo di diagnosi e cura, in particolare delle patologie oncologiche.

ospedale-ivreaLavori che hanno permesso di adeguare i locali alle nuove norme nazionali sulla preparazione dei radiofarmaci. L’obiettivo dell’intervento, finanziato con fondi regionali per un importo complessivo di 423 mila euro, era quello di garantire la preparazione e la gestione delle sostanze radioattive utilizzate per le indagini diagnostiche di medicina nucleare in piena sicurezza per utenti e operatori.

Sono state compiute opere di adeguamento edile, architettonico e strutturale, razionalizzando gli spazi e i percorsi di lavoro, e sono stati realizzati nuovi impianti elettrici e fluidomeccanici.

Per quanto concerne le apparecchiature, è stata sostituita la cella di manipolazione con un nuovo sistema di ultima generazione che consente di manipolare i radiofarmaci in assoluta sicurezza. La dotazione tecnologica, fornita dalla ditta Tema Sinergie, aggiudicataria dell’appalto in associazione temporanea di impresa con Editel SpA,  si completa con attrezzature specialistiche per la preparazione dei radiofarmaci (eluitore automatico e calibratore), arredi tecnici per la movimentazione dei composti (due passapreparati ventilati) e sistemi di misura della contaminazione da sostanze radioattive (due dosimetri portatili e un dosimetro “mani e piedi”) che permettono, in caso, pur remoto, di incidente, di valutare il grado di contaminazione e di isolare l’area coinvolta.