CRONACA – TORINO – Si è chiuso oggi a Torino il processo per i casi di morti e malattie provocate dell’amianto (14 secondo l’accusa) fra i lavoratori degli stabilimenti delle storiche Ferriere di Torino, con quattro condanne, la più alta delle quali a 3 anni e 6 mesi di reclusione .
Gli stabilimenti, nel corso degli anni, passarono di mano varie volte. Fiat e Teksid sono state scagionate, solo Fintecna, società legata alle vecchie Partecipazioni statali, dovrà corrispondere degli indennizzi.