Guarda il Video

CUORGNÈ – C’erano anche genitori e maestre ieri al Consiglio Comunale di Cuorgnè, per il punto all’ordine del giorno “più caldo”: la privatizzazione dell’asilo “Gli Sbirulini”.

consiglio-asilo-4I Consiglieri di minoranza, Danilo Armanni e Filippo Errante, hanno presentato un interrogazione sull’argomento e la discussione si è accesa.

Contrario all’esternalizzazione del servizio anche il Consigliere Gancarlo Vacca Cavalot.

Durante la seduta, la minoranza ha ribadito, tra gli consiglio-asiloconsiglio-asilo-5applausi del pubblico, il quale ha sottolineato il suo “no” alzando un volantino, che “non è necessario privatizzare l’asilo, perché funziona bene così”, rimarcando la preoccupazione per le lavoratrici.

Dal canto suo, l’Assessore Beppe Costanzo ha sottolineato che «verrà indetto un bando ad evidenza pubblica e la nuova azienda sarà obbligata a mantenere il personale in forza, con gli stessi contratti e nelle stesse posizioni lavorative. Il Comune integrerà la differenza di stipendio esistente tra la contrattazione pubblica e privata; e se l’azienda o la cooperativa non dovesse pagare le retribuzioni, il contratto di gestione verrà subito sciolto».

La concertazione tra Amministrazione e Sindacati, dopo una prima battuta d’inizio, è stata al momento sospesa.