MANTA – Presto i piccoli studenti di Manta potranno andare a scuola in via Valerano, alla Nuova Scuola Primaria.

scuolaAd eseguire le opere edili ed impiantistiche del nuovo edificio è la MIT di Nichelino, società specializzata in impiantistica civile e industriale che annovera tra le sue referenze numerosi lavori eseguiti per la PA.

Il progetto del Comune di Manta in provincia di Cuneo, il cui valore è di € 1.159.083, si caratterizza per il particolare approccio alla sicurezza, agli spazi attrezzati e all’alta vivibilità degli ambienti scolastici. Questi si articolano su di un’area di ca. 7.000,00 mq e prevedono 4 laboratori, 10 aule e la palestra, oltre ai servizi e a tutti quei locali che si pongono come. elementi essenziali alla funzionalità complessiva della nuova scuola che ospiterà ca. 150 studenti.

“L’educazione dei più piccoli rappresenta il momento più importante per la costruzione del futuro della nostra comunità. – Commenta il Sindaco di Manta, Mario Guasti – Siamo orgogliosi di mettere a disposizione della comunità questo nuovo edificio realizzato a misura di bambino, frutto non solo di un’attenta programmazione, quale risposta alle esigenze delle famiglie, ma un segnale forte per una condivisione di vita sociale più sentita e soprattutto proiettata verso un futuro diverso e migliore. In quest’ottica il progetto è stato studiato e sviluppato trovando la sua collocazione in un tessuto urbano tipicizzato in cui si integra proponendosi come riferimento e motivo di cambiamento per un territorio volto allo sviluppo”.

Di moderna concezione, l’edificio potrà vantare un alto comfort abitativo delle superfici scolastiche grazie anche alla particolare attenzione al risparmio energetico e alle soluzioni di insonorizzazione. Ad esempio, per garantire una buona coibentazione termica e isolamento acustico, sono stati presi particolari provvedimenti tecnici per le pareti esterne e divisorie, i pavimenti e i soffitti delle aule, dei corridoi e della palestra. Tra gli obiettivi raggiunti e che si evincono dal progetto si ricorda, inoltre, l’importanza data alla luce naturale, sfruttata appieno da un’impostazione in pianta che valorizza quella delle aree verdi esterne e il cortile interno, e le soluzioni volte al rispetto della massima sicurezza, a partire dalle porte finestre delle aule che si aprono direttamente sul giardino esterno. Uno spazio esterno che può diventare anche didattico facendo interagire i bambini con lo stesso ad esempio prendendosene cura o utilizzandolo come spazio ludico. Per sviluppare la creatività e la conoscenza degli studenti sono stati anche previsti alcuni laboratori per lo studio delle scienze, per l’informatica e per le attività creative artistiche.

Entro la primavera del prossimo anno si concluderanno i lavori.