BORGOFRANCO D’IVREA – “La Provincia di Torino condivide politicamente le posizioni dei sindaci dei Comuni intorno a Borgofranco d’Ivrea che si sono espressi con preoccupazione rispetto all’insediamento nell’area industriale del pirogassificatore”.

logo-no-piro+sitoAd affermarlo è l’Assessore all’Ambiente della Provincia di Torino Roberto Ronco che aggiunge: “come mi ero impegnato, ho incontrato il titolare della ditta Comimet di Avigliana, al quale i tecnici della Provincia non possono rifiutare il parere positivo all’istruttoria per l’avvio della sperimentazione. La nostra struttura non ha alcuno strumento per impedire che la sperimentazione parta, ma all’imprenditore ho ritenuto doveroso rappresentare la contrarietà e la preoccupazione del territorio, rappresentato da movimenti di abitanti e da sindaci di ben 7 Comuni”. L‘Assessore Ronco sottolinea che la Provincia ha ribadito alla Comimet tutte le necessarie prescrizioni quali il controllo sul funzionamento dell’impianto; “Abbiamo anche ottenuto che, a margine dell’avvio della costruzione, l’azienda partecipi insieme ai Sindaci ad un comitato di controllo locale per monitorare il progetto anche attraverso un tecnico scelto proprio dai Comuni limitrofi, a carico naturalmente dell’azienda. Ho ricevuto – conclude Ronco – dai Sindaci un protocollo d’intesa territoriale quale preambolo ad una sorta di piano strategico del territorio dell’Alto Canavese: servirà a ribadire l’incompatibilità di nuovi impianti di trattamento rifiuti con lo sviluppo territoriale improntato all’agricoltura di qualità”.

Ieri sera, al Consiglio Comunale di Ivrea, è stata presentata una mozione del Comitato NoPiro nella quale era rimarcato che siccome “le Giunte Comunali di Carema, Quincinetto, Settimo Vittone, Nomaglio, Andrate, Quassolo, Chiaverano e Montalto Dora, hanno approvato una delibera che esprime unicamente preoccupazione verso questo impianto limitandosi a richiedere completa documentazione relativa ai processi sperimentali di incenerimento, stabilire congiuntamente ad ARPA e Provincia di Torino, Servizio di Pianificazione e Gestione Rifiuti, bonifiche, Sostenibilità ambientale, le modalità, tipologia e frequenza di diffusione dei dati rilevati nel prosieguo delle attività a venire; rendere pubbliche tutte le informazioni ricevute, su richiesta specifica di molti abitanti e rilevato che tale delibera non esprime una chiara e netta posizione contraria rispetto all’impianto sperimentale di rifiuti industriali e nemmeno un parere politico contrario” chiedeva all’Amministrazione Comunale di “intraprendere tutte le azioni ritenute opportune a difesa della salute pubblica dei cittadini e a difesa dei territori, in tutte le sedi istituzionali, politiche e pubbliche, ed in forma congiunta con gli altri Comuni interessati, sostenendo l’attività dei cittadini che si stanno facendo interpreti e promotori di questa battaglia sul territorio”.

Questa sera, martedì 26 novembre alle 20,30, presso il Salone Choc di Borgofranco d’Ivrea, si terrà, un Consiglio Comunale aperto convocato dall’Amministrazione Comunale su sollecitazione del Gruppo Consigliare di minoranza “Per il nostro Comune”, per discutere sul tema del pirogassificatore, durante la quale, l’Amministrazione spiegherà ai cittadini la posizione assunta.