Guarda il servizio

IVREA – Due nuove sale operatorie (una per le urgenze e l’altra dedicata agli interventi di oculistica) sono state realizzate nel blocco in disuso da tempo, dell’Ospedale di Ivrea.

L’obiettivo è costituire un corpo unico con l’ormai “vecchio” blocco, quello ultimato nel 2001, composto da tre sale operatorie e locali accessori.

Ospedale-di-Ivrea-sale-operatorie-2Il nuovo blocco, che verrà inaugurato mercoledì 20 novembre, alla presenza del Presidente della Regione Piemonte Roberto Cota, ha richiesto un investimento di 2 milioni di euro, completamente finanziato dalla Regione Piemonte, ed è costituito, oltre che dalle due sale operatorie, da una sala risveglio predisposta per essere trasformata, in Ospedale-di-Ivrea-sale-operatorie-4Ospedale-di-Ivrea-sale-operatorie-3caso di necessità, in sala operatoria multispecialistica al fine di massimizzare l’efficacia e l’affidabilità del blocco operatorio nel suo insieme (parte “vecchia” e parte nuova) e da locali accessori (passamalati, sala di preparazione degli operatori, zona di lavaggio dello strumentario, depositi per il materiale chirurgico…).

L’ingresso per i chirurghi e per il personale di sala avviene attraverso il passaggio negli spogliatoi da una zona filtro.

Il nuovo blocco operatorio, ubicato al primo piano del blocco “A” dell’Ospedale, Ospedale-di-Ivrea-sale-operatorie-5adiacente e comunicante con le sale operatorie ultimate nel 2001, occupa una superficie totale di circa 320 metri quadrati. Il primo piano del nosocomio eporediese è agevolmente collegato con le degenze chirurgiche e con la rianimazione, che si trova contigua al blocco operatorio oggetto di ristrutturazione. Questa collocazione è tale da consentire un buon isolamento e una buona centralità rispetto ai principali percorsi Ospedale-di-Ivrea-sale-operatorie-1 Ospedale-di-Ivrea-sale-operatorieospedalieri e rispetto alle specialità chirurgiche presenti nel presidio.

L’impresa M.I.T. di Nichelino che si è aggiudicata l’appalto ha realizzato la progettazione esecutiva dell’intervento e tutte le opere edili, impiantistiche e di sicurezza. Oltre alla realizzazione delle opere ha anche fornito, come previsto dalla gara d’appalto, la strumentazione sanitaria, tra cui pensili chirurgici e di anestesia, lampade scialitiche e un microscopio oftalmologico di ultima generazione.

Con l’avvio del nuovo blocco, per permettere l’adeguamento degli impianti di condizionamento di due delle sale operatorie della parte “vecchia”, l’attività svolta in queste ultime sarà trasferita temporaneamente nelle sale nuove. Dal prossimo mese di febbraio tutto il blocco operatorio (nuovo e “vecchio”) sarà in funzione. A questo punto, anche tutta l’attività operatoria di oculistica dell’Ospedale di Ivrea, ora situata in un altro punto della struttura, sarà concentrata nel nuovo blocco.