CASTELLAMONTE – La situazione in cui verte discarica di Vespia è allarmante.

vespiaÈ quanto ha rimarcato l’Amministrazione di Castellamonte in una missiva inviata alla Prefettura di Torino, al Commissario Straordinario Stefano Ambrosini, all’Assessore all’Ambiente Roberto Ronco, all’Arpa Piemonte, al Servizio Gestione Rifiuti e Bonifiche della Provincia di Torino e all’Ator.

Nella lettera, firmata dal vespia-1vespia-2Sindaco Paolo Mascheroni e dal vice Sindaco Giovanni Maddio, viene richiesto di convocare urgentemente un “tavolo di crisi”, al fine di scongiurare un imminente disastro ambientale in quanto “a seguito di quanto emerso nel corso del sopralluogo effettuato dall’ARPA Piemonte in data 13 novembre – si legge – si è riscontrata una situazione allarmante in località Vespia, in particolare, per quanto riguarda lo stato della copertura provvisoria del corpo discarica che è stato in gran parte rimossa dal vento e la stabilità dei bordi che in diversi punti presentano preoccupanti cedimenti, con la presenza di numerose pozze di percolato lungo tutto il corpo della discarica stessa”.