CRONACA – Attacco hacker, rivendicato da Anonymous Italy; atto compiuto a sostegno della lotta No Tav.

no_tavanonymousSono stati ripristinati in tarda mattinata i server del CSI Consorzio per il Sistema Informativo, ai quali sono collegati i siti web di 106 istituzioni piemontesi.

All’ora di pranzo sono tornati ad essere accessibili i portali della Regione Piemonte, della Provincia di Torino, della città di Torino e di numerose Asl.

L’atto è stato rivendicato da Anonymous Italy sul social Facebook e sul blog ufficiale, segnalando anche l’oscuramento dei siti del Ministero dello Sviluppo Economico e del Ministero dei Trasporti (al momento non ancora ripristinato). “Tre Tango Down” così viene denominato dagli Anonymous che sottolineano di aver compiuto l’atto a sostegno dei No Tav, e lo rimarcano con queste parole:

“Attivisti NOTAV, siamo con voi. Respiriamo l’aria densa di repressione che vi perseguita da anni, inquinata da pennivendoli, servi in divisa, magistrati corrotti, politicanti dalle avide fauci. Onore alla vostra determinazione, al vostro coraggio, all’amore per le vostre terre, ai vostri animi combattivi. Continuino pure i miserabili tentativi di seppellire e denigrare la vostra lotta: come i fiori più belli e resistenti, vi si potrà ammirare anche se infangati. Il lungo, vile percorso di intimidazione e autoritarismo iniziato anni e anni fa non potrà mai fermarvi. Non ha fermato nemmeno Sole e Baleno, sui quali pesano di più le infamie intessute da Laudi, Tatangelo e gli altri boia piuttosto che la Terra custode dei loro corpi di guerrieri e sognatori inarrestabili. Questi cyber-sabotaggi sono anche un tributo alla loro lotta e al loro coraggio. Criminale è chi devasta i territori, non chi resiste! Se i NOTAV sono terroristi, allora lo siamo anche noi.”