TORINO – “Quanti soldi dei cittadini Piemontesi sono stati spesi per mantenere Alitalia a Caselle?”

aeroporto_torino_“In relazione a quanto viene richiesto dal Consigliere Regionale, che interroga “per conoscere i termini economici dell’accordo tra Sagat SpA e Alitalia che hanno portato al mantenimento della base Alitalia presso l’aeroporto Sandro Pertini di Torino Caselle“, si comunica che si è proceduto a richiedere a Finpiemonte Partecipazioni S.p.A., azionista della Società di gestione, informazioni in merito alla trattativa economica oggetto dell’interrogazione. In merito Finpiemonte ha riferito di non avere informazioni dirette, e che provvederà a richiederle in occasione della richiesta riguardante il Piano Industriale della Società. Tuttavia secondo la comunicazione di Finpiemonte le informazioni oggetto dell’interrogazione sembrerebbero essere di natura riservata in quanto potrebbero influire sui rapporti commerciali della Società con altre Compagnie aeree.” Questa la risposta in forma scritta dell’Assessorato Regionale ai Trasporti all’interrogazione avanzata da Andrea Buquicchio, Capogruppo IdV, in Consiglio Regionale

«Tale atteggiamento manifestato dai vertici di Finpiemonte – ha replicato Buquicchio – potrebbe sembrare omertoso, sicuramente è indegno nei confronti della politica regionale e dei cittadini piemontesi che hanno tutto il diritto di sapere come vengono spesi i propri soldi. È bene ricordare che i fondi stanziati nell’accordo Sagat – Alitalia sono in parte pubblici – rimarca Buquicchio – in quanto la società di gestione dello scalo è partecipata da Regione, Provincia di Torino e Comune di Torino. Domandare quanti soldi pubblici sono stati spesi è lecito, rispondere non è cortesia. E’ un dovere civico nei confronti dei Piemontesi”.