CUORGNÈ – “Fluo Party”: una serata magica, lo scorso venerdì, nella piazza principale con uno straordinario spettacolo musicale dove si è esibita per la prima volta in Europa la “Stream Jazz Band”. Alcuni commercianti di via Torino hanno trovato la formula giusta per mettere insieme uno spettacolo che ha attratto centinaia di persone, tra sfilate, pizza e birra.

fluoSabato sera, invece, grande successo per il “Fluo Party”: strade chiuse, musica, tanta gente e molti giovani in strada a ballare. «Ancora una volta la fantasia, la voglia di fare e lo stimolo nel trovare nuove idee per riportare la gente a Cuorgnè – commenta il Sindaco Beppe Pezzetto – è stato il motore che ha visto il coinvolgimento di diversi commercianti, che da due anni a questa parte continuano a sfornare nuove e brillanti idee, contemporaneamente al Summer Village del Ponte Vecchio, dove è bene ricordarlo, per tutta l’estate si sono susseguiti eventi che hanno attirato i tanti che non sono andati in vacanza, e anche i villeggianti che sono tornati a popolare il nostro Canavese. È bello vedere questa sana competizione di idee, – prosegue il primo cittadino – commerciati, che tra loro stanno riprendendo a dialogare e che riescono a costruire momenti di aggregazione nuovi. Delle sperimentazioni, certo migliorabili, ma che stanno raccogliendo un crescente consenso da parte della gente non soltanto di Cuorgné. Da parte dell’amministrazione c’è la massima apertura nell’incentivare queste nuove iniziative, ovviamente nel rispetto delle norme. Ritengo estremamente positivo questo dialogare tra commercianti, associazioni, e istituzioni in un momento non certo facile, ancora una dimostrazione che anche con pochi mezzi economici si possono fare delle belle cose, e di questo devo ringraziare in particolar modo gli Assessori Scotti e Colombatto oltre all’instancabile Mauro Fava

Come confida il Sindaco, qualche malumore per il troppo rumore ogni tanto bussa alla porta del Comune, ma con il buonsenso di tutti si possono trovare le soluzioni «tra il non fare nulla per non avere problemi e il fare delle cose che portino, me e la mia Amministrazione, ad affrontarne scegliamo sicuramente la strada del fare le cose – conclude Beppe Pezzetto – chi non fa non sbaglia, ma… non fa».